|
  

Online grazie a...

FTSE MIB

Stampa E-mail
Scritto da Mapokam   
Sabato 12 Marzo 2011 01:24

Analisi settimanale dell'indice FTSE Mib ( -1,24% ; + 8,3% da inizio anno ) con grafico giornaliero.

Settimana caratterizzata da movimento laterale, avevo scritto nell'analisi della scorsa settimana che "non si giustificherebbe una intensa attività di trading " e sono stato di parola. Non ho aperto posizioni sui titoli, mi sono alleggerito degli ultimi Long sui petroliferi( sono rimasto solo con posizioni su titoli dell'energia alternativa ) e ho tradato con gli ETF , sia Long che Short , perchè giornalmente i grafici orari si muovevano in range sempre più stretti all'intero di triangoli ben definiti.

Di fatto siamo ancora in consolidamento , la evntuale correzione si avrebbe solo al cedimento di area 21650 circa , e nonostante le incertezze GeoPolitiche e le indecisioni grafiche , non è detto che la si testi Lunedì ( visto come si prepara a chiudere USA questa sera ).

Mi dispiace deludere ma io - nonostante l'uscita al ribasso dal triangolo di consolidamento - starei ancora alla finestra fino a quando non si prenderà una direzione : a) test delle 2 Trend line ( incrocio della Dinamica e Statica ) e ripartenza , Opp b) test e rottura verso il basso alla ricerca di ulteriori minimi ( area 20900 circa ), opp -per i meno intraprendenti - c) rottura con volumi della prima Resistenza in area 22600 circa. Le frecce stanno ad indicare i 2 livelli, e all'interno di quest'area continuerei a lavorare con gli ETF sull'indice .

Non che non ci siano occasioni sui singoli temi sia al rialzo che al ribasso , anzi :Pirelli ha fatto un 7,5% in 3 gg , Telecom , Lottomatica,..Autogrill... tutti con escursioni ragguardevoli, (per non parlare di BULGARI ). MA sono stati movimenti dettati dai dati di Bilancio o da outlook 2011, e onestamente o sei già in posizione o sono temi che quando partono non sono semplici da cavalcare se non in intraday e con gli occhi puntati al terminale .

In ultimo il consueto grafico sul settore BANCARIO  che continua a non darmi segnali positivi. Lo aspetto ancora più in basso . 

Non dipende solo dal fatto che abbia corso parecchio da inizio anno. Mi si dirà " con una politica di rialzo dei tassi le Banche dovrebbero avvantaggiarsi "........DIPENDE   , bisogna vedere quanto obbligazionario hanno nei porafogli . A buon intenditor.

Comunque Intesa continua a traccheggiare sulla MM 200, Bco Popolare si avvicina a livelli topici per il suo futuro , UCG ha grossa concentrazione di volumi in area 1,72 circa .  TUTTI titoli da tenere sott'occhio quando si avvicineranno ai livelli indicati.

Per aggiungere un ultimo contributo a chiarimento della strategia attendista sull'indice; non è che no abbia le idee chiare , anzi , credo di essere abbastanza "pratico" : SIAMO IN TREND ASSOLUTAMENTE LATERALE ,  abbiamo appena fatto +13% nei primi 2 mesi dell'anno, ci potrebbe essere ancora da prendere una coda di rialzo, ma con rischi crescenti , non ci stamo perdendo nulla perchè abbiamo ancora un sacco di strada fare prima di riallinearci alle altre borse mondiali che hanno già recuperato il calo dello shock finanziario ..... mi dite che senso ha affannarsi su questi livelli ???  Dovremmo avere già portato a casa dei buoni gain ad inizio anno = aspettiamo che il mercato si poggi su livelli più stabili e sicuri opp che fuoriesca dal laterale e ci dica che direzione vuole prendere. Io confido ancora sul test dei 21600 21700 per tornare pesantemente e diversificatamente Long . Su quei livelli lo S Loss è economico e il rischio rendimento favorevole

Se poi li dovesse rompere con volumi si Shorta fino al test delle rialziste , se buca pure quelle ... noi dovremmo già essere in gain con le posizioni corte.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Gli articoli di SpazioTrader.it sono Copyright dei rispettivi autori
Questo articolo ti è stato utile? Considera di fare una piccola donazione per aiutarci a mantenere attivo il servizio!
Nota Importante: Questo articolo riflette l'opinione personale dell'autore e in nessun caso costituisce sollecitazione all'investimento. L'investitore che decidesse di seguirne le indicazioni, lo fa per libera scelta e a proprio rischio. L'autore del messaggio potrebbe essere in conflitto di interesse in quanto potrebbe essere possessore dei titoli eventualmente evidenziati nel messaggio stesso. Gli spunti proposti sono generalmente basati su un modello tecnico-grafico analizzato secondo le personali convinzioni dell'autore, e non possono in alcun modo sostituire il libero ed informato giudizio dell'investitore, che agisce a proprio rischio e pericolo.
Ultimo aggiornamento Sabato 12 Marzo 2011 19:40
 

Commenti  

 
# mapokam 2011-03-12 20:35
Le news sul terremoto in Giappone sono pesanti , aggravate dall'esplosione nella centrale nucleare di Fukushima.
Ci sono già segnali forti di apprezzamento dello Yen e calo del NIKKEI dovrebbero essere una conseguenza prevedibile.
Quando ci fu il terremoto di Kobe nel '95 l'impatto sui mercati mondiali fu limitato al Giappone , ma ora il prevedibile ritiro dei fondi giapponesi dai MKT finanziari potrebbe avere un effetto destabilizzante . Inoltre bloccare i timidi segnali di uscita dalla decennale depressione del Sol Levante . Se poi si dovesse ulteriormente apprezzare il greggio per la frenata sugli investimenti in energie non dipendenti dal petrolio, la situazione si farebbe pesante anche per gli altri mercati mondiali.... figuratevi noi .