|
  

Online grazie a...

EURO STOXX 50

Stampa E-mail
Scritto da Mapokam   
Venerdì 22 Aprile 2011 18:14

Analisi settimanale dell'indice EuroStoxx 50 con grafico mensile . Bilancio settimanale +0,59%  Bilancio da inizio anno +4,6%

Settimana con una variazione positiva che non rispecchia l'oscillazione molto pronunciata dei valori giornalieri . il dato positivo è che, come per tutti i MKT , siamo riusciti a recuperare il profondo scivolone di Lunedì e apparentemente abbiamo scampato l'effetto contagio della Grecia. Il dato meno positivo è che la quota 3000 resiste, e finchè l'indice non si porterà con decisione e volumi sopra questa quota il rischio che i valori prendano la via del test della ribassista partita dal Top del 2000 si fa sempre più concreto.

D'altra parte, secondo le stime di Ernst & Young, l'economia della zona EU cresce ad un ritmo molto più lento rispetto alle attese : PIL stimato a 1,5% per il 2011 e all '1,7% per il 2012, e fondamentalmente si allarga il divario fra la locomotiva tedesca e i vagoni EU. La Germania , insiema alla Francia , tornerà ai livelli pre-crisi nel corso del 2011, l'Italia nel 2014 !! 

A questa tensione l'€ non potrà resistere a lungo, le crisi politiche e i dissensi fra i paesi si trasferiranno sulla solidità della moneta, e a questo aggiungiamo che i timori per una crescita dell'inflazione ( tutta importata , si intende, non dipende certo dalla crescita dei consumi ) mantengono a freno l'espansione della massa monetaria in Eurolandia - tutto il contrario di quanto si sta facendo in USA - non favorendo certo una espansione dell'economia. Per conseguenza il differenziale della curva dei rendimenti ( rendimento Bond 10 vs 2 anni ) fra le Banche Statunitensi e quelle Europee è tale per cui i bilanci delle nostrane sono molto meno profittevoli di quelle USA, e quindi meno predisposte agli investimenti.

2 approcci di politica monetaria completamente diversi tra USA ed EU . Chi sta rischiando di più è la FED -non è un caso l'ammonimenti di S&P-, in EU siamo più conservativi. Però se se il giocattolo della continua immissione di liquidità si dovesse rompere, all'Europa non servirà dire " avevamo ragione noi ",... coliamo a picco insieme. Spendo 2 parole ancora sul tema anche nell'aggiornamento sullo S&P 500.

Visto che abbiamo parlato di Rendimenti a 10 anni e che il tema del debito sovrano l'ha fatta da padrone in questa settimana, allego una tabella sintatica dei rendimenti del Decennale dei Paesi EU e lo Spread col Bund Tedesco

in USA il rendimento a 10 anni è 3,35

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Gli articoli di SpazioTrader.it sono Copyright dei rispettivi autori
Questo articolo ti è stato utile? Considera di fare una piccola donazione per aiutarci a mantenere attivo il servizio!
Nota Importante: Questo articolo riflette l'opinione personale dell'autore e in nessun caso costituisce sollecitazione all'investimento. L'investitore che decidesse di seguirne le indicazioni, lo fa per libera scelta e a proprio rischio. L'autore del messaggio potrebbe essere in conflitto di interesse in quanto potrebbe essere possessore dei titoli eventualmente evidenziati nel messaggio stesso. Gli spunti proposti sono generalmente basati su un modello tecnico-grafico analizzato secondo le personali convinzioni dell'autore, e non possono in alcun modo sostituire il libero ed informato giudizio dell'investitore, che agisce a proprio rischio e pericolo.
Ultimo aggiornamento Sabato 23 Aprile 2011 07:51