|
  

Online grazie a...

S&P 500

Stampa E-mail
Scritto da Mapokam   
Venerdì 22 Aprile 2011 18:40

Analisi settimanale dell'indice S&P 500 , con grafico settimanale . Bilancio settimanale +1,34%  Bilancio da inizio anno +6,4%

Ha reagito molto bene l'America allo shock del Lunedì ( che comunque è stato assai più composto di quello fatto registrare dalle altre borse EU )e ha confermato l'ipotesi di un movimento in range che avevo formulato la scorsa settimana.

Obama non si è fatto cogliere impreparato dall'ammonimento di S&P :commentando che ...nella precedente gestione presidenziale abbiamo tagliato le tasse ai più ricchi e abbiamo intrapreso 2 guerre ... cosa volete, tutto si paga , e con l'aggiunta della recessione che ha fatto diminuire le entrate fiscali, il risultato e quello che S&P ha certificato... Non ha certo argomenti popolari per rimettere in sesto l'economia = aumentare le tasse a chi può permetterselo ( e lo ha detto chiaro chiaro in faccia a Zuckerberg in una conferenza ) e politica aggressiva di tagli al bilancio ( parliamo di 4 trilioni di $ in prospettiva annuale ). Auguriamoci che ce la faccia , perchè il ns destino dipende sempre da loro.

Il compito è di quelli che farebbe tremare i polsi a chiunque: la salita contestuale di Equity e Oro/Argento sta ad indicare che c'è qualcosa che non è del tutto sano ed equilibrato nella crescita economica, e che se dovesse rompersi il giocattolo dei QE il tonfo che ne seguirebbe sarebbe devastante per l'Equity, è forse per questo che non mollano anzi incrementano le posizioni in metalli preziosi.

Il problema che sta covando sotto le ceneri è quello di una inflazione che è tenuta a livelli sostenibili solo per effetto di metodi di calcolo ad hoc ( per intenderci se si calcolasse l'inflazione secondo i metodi usati negli anni '70 invece che un 2,7% oggi parleremmo del 10% ). Visto che per rilanciare l'economica bisogna tenere i tassi bassi- se dovesse venir fuori che i metodi di calcolo attuali sottostimano la vera entità dell'inflazione - allora avremmo tassi negativi, e il conseguente loro aumento ricaccerebbe all'indietro le prospettive di ripresa e le Borse nel baratro. Probabilmente è questa la Bolla prossimo-ventura. Suggerisco di approfondire l'argomento e rimanere sintonizzati sul problema .

Le trimestrali in chiaro scuro ma sostanzialmente positive: alcune come CitiGroup e  Goldman S. sono negative ma non peggiori delle attese; la società di telecom. VERIZON Comm:  utile "adjusted" a  48cent contro un consensus di 50 . Altre trimestrali: GE  le tecnologiche NOKIA,  IBM, Intel, Apple molto positive contribuiscono sostenendo il listini. ( Apple registra un successo ancora clamoroso su IPhone 18,6mio pz contro i 16,2 previsti, meno delle attese invece per IPad e IPod ).

Anche i dati Macro non sono univoci: molto buone le richieste di Mutui ( +5,3% )e richieste settimanali sussidi scese di 13mila unità contro i 10mila previsti... poi però Giovedì arriva l'indice FED di Phil: da 43 a 18 !!!!( era atteso a 37 )

Occhio che siamo prossimi ai Max di periodo, e in prossimità di una scadenza temporale importante: il 13Maggio saranno passati 6 mesi dal Top di Novembre 2010 e 3 mesi dal Top di Febb 2011.

Il che potrebbe significare che se non ci dovessimo fermare nell'ultima sett di Aprile in area 1370, potremmo ancora proseguire fino a metà Maggio vs i 1400 , ma poi si completa il movimento correttivo ABC e allora si ricomincia a scendere. SEGUIAMO  tenedo a mente la finestra temporale di metà Maggio per vedere quale sarà la reazione.

Lascio ancora, ma a fini puramente "didattici", l'ipotesi alternativa alle ABC correttive: cioè la 1 impulsiva , ma è chiaro che personalmente non credo sulla sua realizzabilità

TRIMESTRALI  USA della prossima settimana : http://biz.yahoo.com/research/earncal/20060424.html

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Gli articoli di SpazioTrader.it sono Copyright dei rispettivi autori
Questo articolo ti è stato utile? Considera di fare una piccola donazione per aiutarci a mantenere attivo il servizio!
Nota Importante: Questo articolo riflette l'opinione personale dell'autore e in nessun caso costituisce sollecitazione all'investimento. L'investitore che decidesse di seguirne le indicazioni, lo fa per libera scelta e a proprio rischio. L'autore del messaggio potrebbe essere in conflitto di interesse in quanto potrebbe essere possessore dei titoli eventualmente evidenziati nel messaggio stesso. Gli spunti proposti sono generalmente basati su un modello tecnico-grafico analizzato secondo le personali convinzioni dell'autore, e non possono in alcun modo sostituire il libero ed informato giudizio dell'investitore, che agisce a proprio rischio e pericolo.
Ultimo aggiornamento Martedì 26 Aprile 2011 11:30