|
  

Online grazie a...

EU/USD lungo periodo

Stampa E-mail
Scritto da Clifford Shepard   
Domenica 28 Giugno 2015 14:36

Buongiorno, la fase di debolezza odierna dell'euro ci consegna un interessante pattern di candele ID/NR 7 che poco fa ha generato segnale ribassista alla rottura del minimo della candela del 29/6/2015 1.09527. A massimo odierno invariato (1.10572) proietta target di prezzo in area 1.0740 (che corrisponde anche al 76,4% di ritracciamento della salita dal minimo di aprile 1.0519 al massimo di maggio 1.1466). Step intermedio supportivo area 1.088/1.0815, su eventuali rimbalzi area 1.10/1.1050 da supporto potrebbe divenire resistenza significativa. Aggiungo che nel battleplan temporalmente siamo nella parte conclusiva del movimento trimestrale, esso in maniera indicativa proiterebbe debolezza per ancora 3/4 giorni ma su un movimento di 3 mesi è davvero poco, è bene concentrarsi su come si muove il mercato in questa fase. 

 

Buongiorno a tutti, prima di cominciare con l'analisi del cambio euro/dollaro (EU/USD) credo siano doverose un paio di premesse, la prima concerne le motivazioni per cui ho deciso di analizzarlo: esso rappresenta quasi il 25% degli scambi sul mercato valutario, ha una grossa influenza sulle borse di tutto il mondo e ci sono numerosi gli asset quotati in euro ma con sottostante usd (si vedano gli ETC su commodities ad esempio). La seconda premessa è metodologica: utilizzerò l'analisi ciclica mediante metodo Battleplan. Esso vuole essere una mappa temporale (perchè è essenzialmente su questo che lavora il Battleplan), una sorta di indicazione di massima su dove ci troviamo. Ad esso affiancherò pattern di prezzo ricavati mediante altri sistemi di analisi tecnica. Sono consapevole del fatto che, allo stato attuale, l'analisi ciclica ha avuto delle importanti ed innovative evoluzioni verso metodi che integrano, oltre alla lettura dei minimi, anche quella dei massimi e che consentono di avere un controllo più efficace del mercato. Tuttavia non essendo l'autore di questo metodo e non padroneggiandolo così efficacemente evito di utilizzarlo, credo però sia opportuno tenere a mente la cosa.

LUNGO PERIODO: dal minimo secondario del 13/4/15 ci troviamo in un nuovo movimento trimestrale (T+3) e semestrale (T+4).
Semestrale (T+4): il movimento in questione, schematizzato nell'immagine qui sotto, è iniziato da 53 giorni, ha una durata media ideale di 128 ed è ancora impostato al rialzo ma sta andando a ricercare un minimo di metà ciclo. Da Battleplan tale minimo è temporalmente previsto attorno al 10/7/15. Come si può ben vedere i prezzi sono compressi in un triangolo ed un range di prezzo che, al momento, ha la trend line ribassista che transita in area 1,1440 e la rialzista in area 1,1030 (area BB- sul daily).

Trimestrale (T+3): il movimento trimestrale altro non è, come si può facilmente intuire, che la prima metà del semestrale di cui sopra. E' iniziato da 53 giorni a fronte di una durata minima di 48, ideale di 64 e massima di 80, siamo pertanto già nella finestra temporale atta ad ospitarne la conclusione ed anche il prezzo, con la rottura del minimo del 12/6/15 di 1,1150, decreta lo swing incondizionato del movimento trimestrale. Questo significa che, semplificando, nei prossimi giorni (5/10), EU/USD dovrebbe andare a testare la parte bassa del triangolo e quindi la trend line ribassista senza interessare la parte alta.
I livelli di approdo per la conclusione del movimento trimestrale possono essere ricercati mediante ritracciamenti di Fibonacci 1,052/1,1466, quindi:
1,1104/1,099/1,088, se invece dovesse verificarsi anche la rottura del minimo di 1.0818 del 27/5/15 si andrebbero a ricercare ulteriori pattern di prezzo mediante figure armoniche di inversione (Gartley, bat o crab etc.) ma è un discorso al momento ancora prematuro.
CANDLESTICK PATTERNS: a livello weekly l'ultima candela è una sorta di piercing pattern bearish, primo supporto in area 1,1050 che è BB middle; a livello daily, con la rottura del minimo di 1,1134 del 23/6/15, abbiamo attivazione dell'inside bar pattern bearish che fornisce target di prezzo 1,10.

In conclusione aggiungo due considerazioni: la prima è che questa analisi ciclica ha lo scopo di individuare i trend del sottostante in questione, la fase attuale è favorevole al dollaro con i trend così impostati: primario bearish (pro USD), infatti veniamo dalla lunga discesa iniziata da maggio 2014 e che si è arrestata tra marzo e aprile 2015, secondario che è passato a bearish dopo lunga fase bullish iniziata a metà aprile (quindi ora anch'esso è pro USD), terziario bearish ma che può mutare continuamente (per questo vanno monitorati i sotto cicli di durata minore, 2/4 giorni, ma non è lo scopo di questa analisi). La seconda considerazione, ma non per importanza, è che proprio in queste ore (scrivo alle 15,00 del 28/6/15) la questione greca si fa sempre più delicata: l'esito dei negoziati non potranno che avere una forte influenza sull'andamento del cambio EU/USD, quindi occhi ben aperti ai suoi sviluppi perchè la cosiddetta "parte destra del monitor" sarà probabilmente figlia dei suoi sviluppi.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Gli articoli di SpazioTrader.it sono Copyright dei rispettivi autori
Questo articolo ti è stato utile? Considera di fare una piccola donazione per aiutarci a mantenere attivo il servizio!
Nota Importante: Questo articolo riflette l'opinione personale dell'autore e in nessun caso costituisce sollecitazione all'investimento. L'investitore che decidesse di seguirne le indicazioni, lo fa per libera scelta e a proprio rischio. L'autore del messaggio potrebbe essere in conflitto di interesse in quanto potrebbe essere possessore dei titoli eventualmente evidenziati nel messaggio stesso. Gli spunti proposti sono generalmente basati su un modello tecnico-grafico analizzato secondo le personali convinzioni dell'autore, e non possono in alcun modo sostituire il libero ed informato giudizio dell'investitore, che agisce a proprio rischio e pericolo.
Ultimo aggiornamento Martedì 07 Luglio 2015 14:00