|
  

Online grazie a...

EUR/USD analisi ciclica e volumetrica di medio periodo

Stampa E-mail
Scritto da Clifford Shepard   
Lunedì 26 Ottobre 2015 23:32

9 Genn2016 Buongiorno, ripartiamo da dove ci siamo lasciati a fine di ottobre 2015: il battleplan ci indicava una possibile chiusura del movimento semestrale (t+4 in gergo ciclico) in data 3/12/15, il vwap indicava volumetricamente un ultimo supporto utile in area 1,055, corrispondente alla 3^ deviazione standard negativa rispetto al vwap stesso. Eur/usd ha arrestato la sua discesa proprio il 3/12/15 e sull'ultimo supporto di prezzo, prima della riunione BCE di quel mese. Questo ci indica 2 cose: temporalmente Eur/usd ha fatto 2 movimenti di durata speculare (13 aprile/7 agosto e 7 agosto/3 dicembre), quando è così il battleplan sembra perfetto per guadagnare a mercato, purtroppo non è sempre così ma la sua utilità è quella di dare una possibile lettura dell'armonicità del movimento in atto. La distribuzione dei volumi, mediante vwap (Volume Weighted Average Price cioè prezzo medio ponderato per i volumi scambiati), è un'indicazione preziosa perché offre una misura oggettiva di quelli che sono stati gli scambi sul sottostante in questione. Le sue deviazioni standard non sono altro che una misura statistica della volatilità rispetto al vwap stesso.
Venendo all'attualità dovremmo essere entrati nella seconda metà del movimento annuale cominciato il 13/4/15 e il cui termine è previsto, indicativamente, per la seconda metà di maggio/inizio di giugno 2016, come si vede anche nel battleplan. Se così fosse nel breve periodo fase probabilmente favorevole all'euro ma sul lungo periodo ancora decisamente pro dollaro, come denotato anche dalla sequenza positivo/negativo per i 2 movimenti sopracitati (13/4/15-->7/8/15 positivo, 7/8/15--->3/12/15 negativo).

Per avere conferme più certe sul movimento annuale, ovvero se davvero siamo già nella sua seconda metà, dobbiamo analizzare i movimenti di più breve respiro, come quello iniziato il 3/12/15. Perché si possa certificare la partenza del nuovo movimento semestrale (t+4) è necessario che tale movimento, la cui conclusione è temporalmente prevista per inizio febbraio, si concluda positivamente.

Osservando la distribuzione volumetrica mediante vwap si può notare come i picchi dei volumi statici si concentrino in area 1,125 e 1,0984, il vwap è a metà a 1,1095, nei pressi del quale passa anche la sma 200 daily (verde sul grafico). Tali prezzi sono dunque, in questo momento, delle resistenze. La risalita dell'euro, per ora, si è fermato proprio in questa area testandola dal basso, per questo si può parlare di pullback in questa fase. Supporti in area 1.086 e 1.063
Teniamo sempre presente che dal marzo 2015 ci stiamo muovendo in quello che è un rettangolo di congestione laterale fra 1,05/1,15 (salvo spike di breve come 1,17 del 24/8/15), questo è elemento essenziale per valutare come impostare la propria operatività.

 

 

 

 

Buongiorno, ciclicamente su EUR/USD ci troviamo nella fase terminale del movimento semestrale che ha avuto inizio dai minimi relativi di metà aprile 2015. I prezzi hanno rotto il supporto di area 1.12 e, tra oggi e venerdì hanno, tentato a più riprese, al momento senza riuscirci, di rompere anche l'altro importante supporto di area 1.10, la cui rottura proietterebbe i prezzi verso area 1.08, ampiamente testata fra la fine di luglio e la prima decade di agosto in concomitanza con la formazione del minimo di metà movimento. Temporalmente il battleplan indica che il movimento in questione dovrebbe avere termine fra la fine di novembre e i primissimi giorni di dicembre:

Se andiamo ad osservare il movimento trimestrale, seconda parte del semestrale di cui sopra e che ha avuto inizio dal minimo relativo del 10 agosto 2015, possiamo notare che i movimenti, sia dei minimi che dei massimi, hanno avuto una durata piuttosto regolare di 18/19 giorni circa: per questo, da battleplan, sembra lecito attendersi una fase di pullback prima della discesa conclusiva, sia del trimestrale che del semestrale. Ovviamente questa è l'ipotesi primaria ma ci preme sottolineare che l'ampiezza temporale traguardata dal movimento, sia semestrale che trimestrale, sarebbe già sufficiente al fine di concludere i due movimenti di cui stiamo parlando per cui nulla va dato per scontato. 

Per trovare dei target più precisi, soprattutto a livello volumetrico, ci avvaliamo del vwap e delle sue 2 deviazioni standard, settato con inizio dal 13 aprile 2015: come si può notare il vwap (tratteggiata verde/rossa a seconda se i prezzi viaggiano sopra/sotto di esso) è stato ottimo spartiacque del movimento. Al momento volumetricamente la skew è ribassista perchè il pvp>vwap, infatti il primo è in area 1.1225 mentre il secondo è 1.1153: da teoria bisognerebbe cercare di shortare i pullback fino a quando la skew non viene modificata (ad esempio creando un forte accumulo di volumi sotto il vwap formando così un nuovo pvp). Comunque sia i livelli di supporto sono ben visibili fra 1.10 e area 1.0957, le resistenze sono il vwap stesso, che ha il medesimo valore della sma200, e soprattutto area 1.1225 che è pvp di questo movimento. A 1.1235 passa anche la ema 64. Il seguente grafico è aggiornato alla chiusura di venerdì 23 ottobre 2015:

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Gli articoli di SpazioTrader.it sono Copyright dei rispettivi autori
Questo articolo ti è stato utile? Considera di fare una piccola donazione per aiutarci a mantenere attivo il servizio!
Nota Importante: Questo articolo riflette l'opinione personale dell'autore e in nessun caso costituisce sollecitazione all'investimento. L'investitore che decidesse di seguirne le indicazioni, lo fa per libera scelta e a proprio rischio. L'autore del messaggio potrebbe essere in conflitto di interesse in quanto potrebbe essere possessore dei titoli eventualmente evidenziati nel messaggio stesso. Gli spunti proposti sono generalmente basati su un modello tecnico-grafico analizzato secondo le personali convinzioni dell'autore, e non possono in alcun modo sostituire il libero ed informato giudizio dell'investitore, che agisce a proprio rischio e pericolo.
Ultimo aggiornamento Domenica 10 Gennaio 2016 23:19
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna