|
  

Online grazie a...

Banche: tre istruzioni per l'uso

Stampa E-mail
Scritto da Diogene   
Lunedì 14 Dicembre 2015 09:03

A partire dal 1° gennaio 2016, entra i vigore il Bail-in che è un meccanismo di risoluzione della situazione di insolvenza di un istituto di credito. In buona sostanza, il salvataggio dell’istituto di credito non avviene più con soldi pubblici ma con i soldi che costituiscono il patrimonio della  banca, e poiché la banca contabilmente non detiene una “SUA” cassa, è ovvio che il patrimonio dell’istituto è quello dei risparmiatori. Povere vittime destinare a "sussidiare" tutte le operazioni. che il sistema concede agli istututi di credito.

.....Offriamo alcune indicazioni per valutare delle scelte senza disporre di competenze specifiche e offrire una zattera di salvataggio ai futuri risparmiatori.
- Come valutare la solidità di un istituto di credito? Un indicatore importante è il Common equity tier 1(Cet1), indicatore che rapporta il patrimonio netto della banca (capitale sociale più riserve) ai rischi assunti, ovvero..

Come scegliere un investimento? Dando per scontato che il risparmiatore medio sceglierà seguendo la strategia dell’assunzione del minor rischio, per sommi capi andiamo ad elencare dall’investimento più rischioso a quello meno rischioso. Un principio generale su tutti è che ..........

Come riconoscere un’obbligazione subordinata da un’obbligazione garantita? Non è semplicissimo, il consiglio è quello di farsi siglare dal funzionario di agenzia una dichiarazione scritta di pugno che le obbligazioni in sottoscrizione non sono a rischio rimborso, andare a cercare indicazione nell’informativa è inutile perché non è chiara. Altro campanellino di allarme è...

continua a leggere su INTELLIGONEWS

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Gli articoli di SpazioTrader.it sono Copyright dei rispettivi autori
Questo articolo ti è stato utile? Considera di fare una piccola donazione per aiutarci a mantenere attivo il servizio!
Nota Importante: Questo articolo riflette l'opinione personale dell'autore e in nessun caso costituisce sollecitazione all'investimento. L'investitore che decidesse di seguirne le indicazioni, lo fa per libera scelta e a proprio rischio. L'autore del messaggio potrebbe essere in conflitto di interesse in quanto potrebbe essere possessore dei titoli eventualmente evidenziati nel messaggio stesso. Gli spunti proposti sono generalmente basati su un modello tecnico-grafico analizzato secondo le personali convinzioni dell'autore, e non possono in alcun modo sostituire il libero ed informato giudizio dell'investitore, che agisce a proprio rischio e pericolo.