|
  

Online grazie a...

America

S&P Lungo periodo

Stampa E-mail
Scritto da Mapokam   
Domenica 29 Dicembre 2013 10:44

Dic 2013: un nuovo record per l'indice USA che si fa beffe della permanenza degli indicatori in zona di ipercomprato e continua imperterrito nella sua ascesa. Va a chiudere il 2013 con un +29% dopo aver quasi  triplicato il suo valore dal minimo del 2009. Le manovre espansive di politica economica( Quantitative Easing e Operation Twist ) hanno dato i loro frutti tamponando i ritardi degli indicatori macroeconomici e anche il tanto paventato Tapering sembra non spaventare più nessuno.

Le Borse procedono per eccessi e questi prima o poi andranno compensati riportando i Valori a chiudere il loro movimento Ciclico . Il problema resta il "Quando". Per adesso tutte le previsioni, calcoli, proiezioni e Hindemburg Omen sono stati smentiti. Facciamoci guidare dalla semplice e sana analisi grafica che in passato sembra aver ben interpretato le intenzioni del Mercato.

Correzioni violente si sono manifestate in genere dopo 4/5 anni di rialzi. Le Trend Line Supportive dinamiche hanno ben rappresentato l'innesco della correzione.

In verde ho disegnato quelle relative ai Cicli di Borsa maggiori. Tratteggiate sono quelle relative ai rispettivi sottocicli. A sostegno della loro validità c'è anche la coincidenza delle TL Supportive con la Mediana e la Base della Forchetta di Andrews.

Nel dettaglio con il grafico settimanale

a margine del post ripropongo una vecchia analisi sui cicli pluriennali di Borsa dell'indice S&P (16-18anni) tratto da DecisionPoin.com nel 2010. Secondo l'analisi dovremmo essere in un Ciclo pluriennale di Consolidamento. Il precedente ciclo rialzista è terminato con il top del 2000.


Ultimo aggiornamento Mercoledì 01 Gennaio 2014 13:20
 

Analisi Intermarket

Stampa E-mail
Scritto da Mapokam   
Martedì 17 Settembre 2013 19:24

1Ottobre: Trend rialzista ancora intatto (Future BUND compreso, e quindi persiste la inusuale correlazione con l'Obbligazionario). Il Trend è partito in anticipo, esattamente 2 anni fa, per S&P e DAX -i 2 indici che stanno aggiornando massimi di sempre- rispetto a FTSEMib ed €Stoxx (evidentemente influenzato dal ns indice)per i quali il movimento si è innescato a Giugno 2012.

 La settimana appena conclusa ha disegnato per tutti gli indici una candela di indecisione (piccolo corpo e shadow pronunciate). €Stoxx è al test di un potenziale doppio massimo. Noi siamo già in congestione (Broadening Triangle: minimi decrescenti e massimi crescenti - non molto comune-), che sia o meno distributiva lo sapremo alla eventuale rottura dei minimi e successiva accelerazione ribassista. Il Momentum continua ad essere è in divergenza ribassista per tutte le piazze azionarie.

20Ottobre: prosegue su tutti gli indici internazionali il Trend rialzista partito nella primavera 2012. La costante è la persistente divergenza sul breve del Momentum (a segnalare la fragilità del movimento). La novità è l'uscita dal lungo laterale e il recupero dell'indice nostrano rispetto agli altri indici. Il ritiro della liquidità che ha inondato i Mercati e che ha sostenuto in primo luogo l'S&P è il tema da controllare. L'exit strategy è la prossima mossa. Il "Quando" è la discriminante. La crescita economica è ancora incerta e debole ( anche perchè l'ultimo balletto sullo shutdown non avrà certo avuto effetti positivi). La discesa del tasso di disoccupazione in Usa dovrebbe essere il dato Market mover.

Tutta la massa monetaria che uscirà del sistema Americano potrebbe riversarsi sui mercati periferici che sono rimasti più indietro, e anche per l'obbligazionario si vendono Bond ad alto rating e si acquistano Bond a basso rating: lo Spread si riduce la nostra borsa sale. Se -come ci si aspetta- si procede alla riduzione del QE, il rendimento del Tnote e il $ dovrebbero salire .... invece il TNote e €/$ non si apprezzano, il primo perchè continua l'intervento della Fed sulla parte lunga della curva, il secondo per il ribilanciamento dei portafogli in $ da parte degli investitori (Cina in testa) istitizionali. Se l'Euro zona tiene asset denominati in € diventano sempre meno rischiosi e si migra da $ a €.

Quando S&P -dopo 4 anni di rialzi- dovesse invertire, trascinerà il resto dei listini. Probabilmente Europa scenderà proporzionalmente meno, ma mi sembra difficile che possa andare contro-trend. La Cina non potrà compensare ancora per molti anni: il livello dei consumi orientali vale ancora solo 1/5 dei consumi Usa.

17Settembre : torniamo ad aggiornare l'analisi sinottica dei principali Indici Internazionali che hanno fornito ad inizio di questa settimana un segnale potenzialmente molto positivo e che andrà verificato nei prossimi giorni e confermato risolvendo le divergenze in atto.

S&P e Dax hanno aggiornato i Massimi storici. EuroStoxx e FtseMib in prossimità delle rispettive Resistenza statiche. Tutti gli indici hanno realizzato il movimento in GapUp. Fin qui tutti i segnali sono più che positivi. Le spade pendenti sono costituite dalla presenza del gap ancora da chiudere e dalle Divergenze ribassiste sul Momentum evidenziate nei grafici.

La settimana in corso dovrebbe essere cruciale per la serie di appuntamenti che la contraddistingue:

USA, esito della riunione della FOMC sul processo di riduzione delle manovre di QE attuate sino ad ora (tapering)

Germania, dopo l'ottimo dato sullo Zew (sale a 49,6 dai 45 attesi e i 42 di Luglio) , a fine settimana esito delle elezioni parlamentari.

Italia, esito sulla stabilità del Governo relativa al voto della giunta sulla decadenza di Berlusconi a seguito della recente condanna giudiziaria e in previsione delle sentenza prossime sul processo Ruby e compravendita parlamentari. A questo si aggiunge il monito lanciato oggi da Olli Rehn commissario europeo per gli affari economici e monetari.

Sapendo che le notizie possono essere già abbondantemente scontate dai Mercati e che -a posteriori- possono essere ragionevolmente argomentate sia per giustificare rialzi che ribassi dei valori azionari... facciamoci guidare dai Prezzi senza anticipare frettolosamente posizioni che possono essere tranquillamente costruite una volta che le turbative si siano diradate.

Ultimo aggiornamento Domenica 03 Novembre 2013 10:10
 

S&P500 Sfida decisiva fra Orsi e Tori

Stampa E-mail
Scritto da DoctorTrade   
Domenica 19 Maggio 2013 09:20

14 luglio: grazie alle parole di Bernanke e alla politica accomodante della FED la sfida e' stata vinta decisamente dai tori che hanno configurato una salita senza sosta ( nuovo intermedio per i ciclisti) e senza tregua dal ritraccio a 1506  del 24 giugno...da allora tutta salita con ben 4 GAP up (ancora non colmati).

lunedi od al massimo martedì riusciremo però a vedere  il primo candelone rosso di questi tempi (>80% di probabilità) con target minimale e sufficiente a 1572,63 ( ma potrebbe estendersi alla trend line dei 5 minuti attorno a 1660 pt.

da li si prospetta nuova spinta up in acquisto (dei ritardatari) per varcare i nuovi massimi con target possibili sopra i massimi assoluti (1707-1765)... Il mercato ha quindi dato ragione ai tori!

finita la spinta propulsiva nel periodo estivo si aprirà però lo scenario ad una profonda correzione dando così ragione agli orsi ( ma questo lo vedremo a seguire).

 

 

1 luglio:la sfida tra orsi e tori e' ancora aperta, anche se le prime avvisaglie di debolezza dei tori si stanno facendo sentire.Come potete vedere il 38% del ritracciamento di fibonacci dall'ultimo low si è' fatto sentire nella seduta di venerdì, mandando in fumo le speranze dei bullish con una chiusura del mercato usa negativa.

questa settimana e' una settimana di bassi volumi per chiusura del mercato canadese (oggi) e usa anticipata per festività ...mi aspetto quindi una possibile risposta rialzista fino alla chiusura del GAP 1630 e poi un proseguo del movimento ribassista verso nuovi minimi sotto 1560.

15 giugno: resta ancora validissima l'ipotesi prima accennata...mi aspetto in settimana entrante una impennata verso l'alto (che però se gli orsi vinceranno la sfida darà massimi inferiori)... Nel brevissimo dai modelli ciclici su sottostante ed inverso potremmo assistere ad una apertura in GAP down lunedì (max del 3 t-1 inverso target 1611-1615?) mattina per poi giungere ad Max inferiore a 1687,18 per il 20 giugno (chiusura del t-1 inverso e Max del mensile del sottostante)... Il punto B del grafico resta l'elemento di svolta, se inferiore al Max di 1687 potrebbe sancire la correzione di medio periodo (ricordiamoci che settimana prossima ci sarà la riunione FED per definire il continuo o meno del QE illimitato).... La bolla sta' per esplodere?

to be continued....

9giugno :       Eccoci qua in un momento che reputo decisivo della sfida tra tori ed orsi per la vittoria sul medio periodo!

Avete visto come ,sul breve periodo, abbiamo assistito alla profonda correzione tra il top di 1687.18 e il minimo del 6 giugno a 1598,23 (quasi 100 pt in pochi giorni)!

Dal 6 giugno con la chiusura del precedente gap dei primi di maggio, abbiamo assistito ad una profonda spinta up (probabilemente associata alla ripartenza del primo tracy ciclico di un nuovo mensile) che ad oggi si è spinta al 50% del ritracciamento di fibonacci e che continuerà probabilmente la prossima settimana con almeno il raggiungimento dello step successivo a 1653 pt. (61.8% fibo).

Da qui si aprirà la decisiva sfida tra tori ed orsi perchè, il non superamento del top a 1687,18 o la generazione di un double top, potranno decretare la vittoria degli orsi e configurare 1687.18 come top di medio periodo.

Si potrebbe così avviare l'inizio della correzione estiva che potrebbe trovare su frame settimanale un target sulla banda bassa della banda di bollinger e come 38% ritracciamento di fibonacci proprio 1475.38.

 

Quindi preparatevi ad una sfida mozzafiato ed...allacciate le cinture!

 

19MAGGIO : Come è evidente a tutti ormai...TREND IS YOUR FRIEND...ma aggiungerei anche UNTIL IT ENDS!

L'indice americano vola e continua la sua salita oltre ogni limite sottolineando il bull trend in cui si trova, ma potremmo essere vicini al ritraccio quindi take profit in canna per i long.

dal grafico 60 minuti si evidenzia come a brevissimo l'indice potrebbe ritoccare la trend line su cui ha impostato la sua salita , anzi per i modelli ciclici mi aspetto entro fine settimana prossima,  la chiusura di questo settimanale proprio su tali livelli  (<1648 pt target), ma prima possibile nuovi primi gg di settimana verso target più ambiziosi new max in aree resistenziali 1678-1680...

da li osserveremo i segnali del mercato ma , sicuramente a breve, quel gap lasciato aperto potrebbe essere il primo bersaglio per gli orsi!!

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 19 Luglio 2013 18:32
 

analisi InterMKT

Stampa E-mail
Scritto da Mapokam   
Mercoledì 15 Maggio 2013 16:38

15 maggio : ancora spunti rialzisti su tutti gli indici , alla ricerca di nuovi Massimi assoluti ( come S&P )  o Massimi relativi degli ultimi 5 anni. Naturalmente noi siamo molto più indietro sia degli uni che degli altri . Euforia azionaria decorrelata dai Fondamentali economici che - i dati sono usciti proprio oggi - danno una EU a 17 paesi in fase ancora recessiva . Oggi gli analisti più accreditati raccontano che le Borse anticipano sempre l'Economia. Domani - quando le divergenze evidenziate dal Momentum - si faranno sentire , ci diranno che eravamo in Bolla per le politiche Monetarie espansionistiche . I tassi a Lungo sono bassi nel tentativo di non frenare la "ripresa" , che però tarda a manifestarsi ; la massa monetaria esce dall'Obbligazionario alla ricerca di opportunità .

le Divergenze sul Momentum sono confermate dai bassi Volumi con cui si sta sviluppando il Movimento, MA - non voglio esser frainteso - la Strategia continua ad essere Long per chi è già investito. Per i ritardatari entrare adesso è insensato, attendere un ritracciamento. Shortare adesso è altrettanto insensato ( se non in ottica di anticipo: max 15% del Capitale destinato e Stop larghi ) , bisogna attendere conferme di inversione ribassista che scatterà solo <17mila di Future sul ns indice.

Ultimo aggiornamento Giovedì 16 Maggio 2013 07:45
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 2 di 17