|
  

Online grazie a...

America

S&P index & DAX index

Stampa E-mail
Scritto da Mapokam   
Domenica 15 Aprile 2012 18:26

Come ho scritto in qualche altra occasione, quando mi appare meno chiara l'analisi del ns indice parto dai grafici dei principali indici esteri ( S&P per il quadro generale e DAX per quello europeo ) che considero indici guida . Intendo cioè che il loro Trend mi da sinteticamente una idea generale del contesto dei valori e dei movimenti in atto . L'indice nostrano è troppo piccolo, periferico e sbilanciato per poter essere attendibile, quindi assumo che debba prima o poi adeguarsi al contesto globale , pur scontando degli eccessi e incoerenze.

sullo S&P siamo a -13% dai Max dell'Ott 2077  ( da quando è partito il ribasso della crisi Finanziaria prima ed Economica poi ), ancora ben lontani dalle linee di Supp del ventaglio di Gann . Siamo in Divergenza sull'RSI ( che vuol dire che l'ultima gamba di salita potrebbe essere debole e prefigurare uno storno dai livelli raggiunti - uno storno significa quello che abbiamo già visto in Maggio Giu 2010 e Maggio Sett 2011...... sell in May & go away ) MA non è detto ancora che sia partito : potremmo ancora andare a testare area 1450. PERO' prepariamoci.

Il grafico Settimanale è ancora più esplicito :di fatto NON abbiamo ancora violato la Trend Line di Supporto , potremmo anche mollare ancora qualcosa MA il segnale di inversione arriverebbe solo sotto 1344 ( sotto il min di Marzo coincidente con zona di alti Volumi ). Quindi questa è ancora solo una correzione di un Trend al rialzo, e ricordiamoci che per inerzia è più facile mantenere un Trend che invertirlo ( Ma prima o poi un Trend si inverte , solo che bisogna aspettare il segnale. NB mentre l'RSI non ci dice ancora nulla il Williams a Febbraio ci aveva suggerito di shortare l'indice  )

DAX  siamo a -19% dai Max del Luglio 2007( nel DAX Finanziari e Automotive sono molto pesanti ) , anche qui ancora in UpTrend inviolato, prossimi ad un incrocio di Trend Line supportive Dinamiche e Statiche , non lontani dal 50% di tutto il movimento discendente dell'estate 2011= fino a prova contraria ( area 6400 ) si tratta ancora di una correzione dell'UpTrend .

sul giornaliero non ci sono ancora candele di inversione ANZI : abbiamo chiuso la settimana sotto il Supp statico di breve ( area 6610 ) e abbiamo fatto un retur move da manuale a ritestare dal basso il canale ribassista di breve

 

 

S&P index

Stampa E-mail
Scritto da Mapokam   
Lunedì 02 Aprile 2012 06:10

Ancora nessun significativo segnale operativo dall'analisi del grafico dell'indice S&P.

Continuiamo ad essere in upTrend, gli storni sono limitati a pochi punti percentuali ( -2% ) e a durate brevi ( 3 gg ). In apparenza chi ha già comperato non vede motivi validi per vendere, chi avesse liquidità giudica sufficiente anche un sconto "simbolico" per entrare  . Gli indicatori in divergenza ci dicono che il movimento di spinta si affievolisce , MA - al momento - non c'è ancora nessun segnale di inversione. Siamo in artea di forte concentrazione di Volumi, e in caso di storno , fino al test della Trend line Supportiva che coincide con la MM 50 , nessun grave segnale.

Con tassi di interesse così poco remunerativi si alloca nell'azionario quello che non si sa dove altro mettere, scontando un senimento non negativo e rimanendo ancora indifferenti all'assenza di segnali realmente positivi : una sorta di decisione immotivata , che potrebbe anche continuare per un periodo prolungato in una fase di galleggiamento sui livelli attuali senza prendere una vera e propria direzione. Quando dovesse decidersi a prenderla .... mi stupirebbe se fosse al rialzo.

La settimana Pasquale dovrebbe essere tradizionalmente scarica di volumi, se ci fossero manovre per condizionare i Mercati sarebbe questo un periodo buono. SE non dovessimo vedere niente neanche in questa settimana .... allora ancora "niente di nuovo sul fronte Occidentale " per un pò

Ultimo aggiornamento Venerdì 06 Aprile 2012 07:04
 

S&P index

Stampa E-mail
Scritto da Mapokam   
Sabato 24 Marzo 2012 20:15

La divergenza presente sull'RSI e anticipata nei precedenti post, si è fatta sentire anche se in maniera tutto sommato contenuta -1,8%.

 In teoria i 3 black soldier dovrebbero precludere ad un ben più corposo storno dopo un tentativo di pull back, però è una figura che abbiamo già visto il 2 Marzo e l'esito è stato del tutto diverso rispetto alle aspettative. Il Mercato USA continua ad essere forte in maniera sorprendente, sembra inattacabile e la fuoriuscita al ribasso dalla banda alta dell'indicatore potrebbe essere una ennesima finta, come quella del primo trimestre 2012.

Gli ultimi 2 significativi movimenti al ribasso sono iniziati in Maggio 2010 e Maggio 2011 dopo 8/10 mesi di ininterrotta crescita = probabilmente abbiamo ancora qualche mese per assistere ad ulteriori allunghi presumibilmente  fino ad area 1450 se non addirittura area 1500 . Poi si potrebbe assistere ad un bello scrollone, lo suggerirà l'indicatore

 

S&P index

Stampa E-mail
Scritto da Mapokam   
Domenica 18 Marzo 2012 19:40

Il commento non cambia . Si continuano ad aggiornare nuovi Max, abbiamo superato i Max dello scorso anno e ci siamo riportati sui livelli pre-crisi, da metà Dicembre non c'è stata una settimana con un ripiegamento superiore all'1%!!! ( questo secondome è il dato più eclatante ) , il Vix è sceso sotto 15 e se volesse ha ancora margini di discesa per riportarsi ai livelli del 2007..... Continuare a scrivere che dovrebbe stornare diventa banale in queste situazioni: è chiaro che non può crescere all'infinito, quindi è ovvio che ad un certo punto si fermerà l'ascesa; il punto è QUANDO stornerà e di QUANTO, è questo sinceramente  lo sa solo il Mercato . Se non hanno barcollato davanti al potenziale doppio max a 1370, non è stato intaccato dalla crisi greca ( di fatto irrisolta ), dalla debolezza dei Pil Eu e dal rallentamento di quello cinese , dal Prezzo del greggio,.... vogliamo pensare che si spaventeranno del default del Portogallo ???

Qualche catalizzatore lo troveranno prima o poi ( la ripresa post-recessione più debole dal Dopoguerra , la crescita dei consumi interni ancora timida, il P delle case che non sale, magari qualche dato non allineato alle aspettative sul mercato del lavoro, Apple che sbaglia il lancio del New iPad,... ) . L'unica evidenza che è corretto sottolineare è quella anticipata nel Post della scorsa settimana : l'RSI denuncia una divergenza = scende a fronte di Valori dell'indice in salita. Questo ci dice solo che questa ultima gamba di rialzo comincia a denunciare una coralità meno diffusa , e che prima o poi questo disallineamento va fatto rientrare. Altro non è dato sapere.

Quando sarà il caso di alleggerire le posizioni Long ce lo dirà il Williams %R, uscendo al ribasso dalla banda estrema superiore , attenzione però che da inizio anno solo il 5 e 6 Marzo ha fatto un movimento riequilibratore degno di nota. Il resto del tempo ha continuato a stazionare nella banda alta dando solo falsi segnali.

PS: è dalla seconda decade di Febb che mi aspetto uno storno degno di nota http://www.spaziotrader.it/pages/20120218591/dove-siamo/america/sp-500.html  ... per onestà intellettuale devo ammettere che non si è verificato nessuno degli eventi che avevo ipotizzato: né il Top di periodo nella settimana del 21 febb , né il ritracciamento pronunciato del 61,8%. La tengo nel cassetto a monito del fatto che l'AT è solo uno striumento interpretativo di supporto alle decisioni, ma guai a innamorarsi di un'analisi e a dargli funzione predittiva : il Trading si fa sui Valori del  Mercato, che è l'unico a dettare tempi e segnali .

Ultimo aggiornamento Domenica 18 Marzo 2012 20:02
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 6 di 17