|
  

Online grazie a...

America

NASDAQ 100

Stampa E-mail
Scritto da Offear   
Lunedì 19 Dicembre 2011 15:28

Shooting star venerdì per l'indice tecnologico americano, siamo ancora in una fase incerta di mercato, restano valide le indicazioni dell'analisi precedente, da monitorare le rotture delle trendline ed i volumi di questa settimana densa di dati macro!

 

moni

 

NASDAQ 100

Stampa E-mail
Scritto da Offear   
Venerdì 16 Dicembre 2011 12:03

Nasdaq che si avvicina alla chiusura del gap a 2200 pti e vicino al supporto dinamico che ora passa a circa 2160pti. E' un mercato molto volatile quindi le aree vanno intese con una tolleranza variabile a seconda della volatilità stessa. Fondamentalmente rimaniamo in attesa di vedere violata la resistenza (trendline rossa) o il supporto (trendline nera). Si dice che in genere a Natale si fa un bel rally ma al momento sono ancora dubbiosi gli investitori e sembra prevalere nel brevissimo un ulteriore storno. Osserviamo la giornata odierna e valutiamo eventuali ingressi sui supporti, stay tuned!

 

NASDAQ 100

Stampa E-mail
Scritto da Offear   
Giovedì 15 Dicembre 2011 13:49

Nasdaq che continua lo storno e preannuncia apertua in rialzo di 1%. L'ideale per rientrare long sarebbe come detto già in precedenza il test dell'area 2140pti o short su chisura senza recupero sotto questo livello, o una conferma con chiusura sopra i max in area 2400pti dell'indice. Al momento balliamo nel mezzo quindi meglio attendere.

 

NASDAQ 100

Stampa E-mail
Scritto da Offear   
Martedì 13 Dicembre 2011 15:12

Momenti difficili per le borse europee, non così tragici per i mercati USA. Per quanto i media facciano a gara a parlare di crolli, borse rosso sangue eccetera, se osserviamo l'indice Nasdaq 100 noteremo che dai minimi del 2010 a 1750 punti siamo distanti per un bel 30% e per un bel 115% dai minimi del momento Lehman. Il supporto più importante rimane quindi in area 2140 pti circa mentre la resistenza dinamica da testare si trova a circa 2300 punti. Il momentum sembra indicare un cambio di trend a favore dei tori, ma rimane comunque alta la volatilità perciò operare in questo mercato significa lavorare con stop larghi al fine di evitare bruschi movimenti di speculazione. Personalmente il trend rialzista di lungo ritengo si potrà vedere solo una volta superati in pianta stabile i 2400 punti. Un eventuale movimento short con rottura del supporto potrebbe portare l'indice velocemente a 2000 pti...il problema è che essendo tutti gli indici fortemente correlati a quelli americani...una discesa a tali livelli non oso immaginare cosa potrebbe rappresentare per il nostro indice italiano che si trova appena un 20% sopra ai minimi del crac Lehamn rispetto al 115% del Nasdaq, 80% del DJ, al 60% del DAX. Solo il signor Sarkozy ha poco da festeggiare dato che anche loro stan messi male come noi italiani...

Ultimo aggiornamento Martedì 13 Dicembre 2011 15:30
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 9 di 17