|
  

Online grazie a...

Italia

FTSEMib dopo i Dividendi

Stampa E-mail
Scritto da Mapokam   
Sabato 21 Maggio 2016 18:29

21Maggio: ci siamo trascinati il precedente post per oltre 2 mesi perchè l'andamento dell'indice è rimasto ingabbiato in un ampio Trading range (16800-19200 Top di Draghi) nell'incertezza sulla direzione da prendere. Il Petrolio l'ha fatta da padrone nella prima parte dell'anno, ora invece la correlazione è meno stringente (le quotazioni del Greggio da metà Febb sono salite dell'87% ... mentre il ns Mercato è salito del 21%). A tenere banco ora sono i temi legati al rialzo dei tassi in Usa, alla riorganizzazione del sistema Bancario, tornerà in auge la Grecia insieme al Grexit, naturalmente la situazione Geopolitica in sottofondo .... e - per l'estate- ragionevolmente le quotazioni del Petrolio torneranno a far sentire il loro peso.

Prima della massiccia campagna di stacco Dividendi di Lunedì prossimo facciamo il punto grafico - as is -  con un approccio inusuale: togliamo il rumore dei Prezzi e guardiamo solo all'andamento dei fasci di MM ( Guppy), di Medio e Breve periodo sul tf 1h del ns Indice. Cosa ci dicono?

Trend i Medio ancora Ribassista, con il fascio delle Medie più lunghe che si sta assottigliando ( Momentum in diminuzione), e con le fascie delle MM veloci che provano nervosamente ( incursioni veloci e altrettanto veloci ripiegamenti= Volatilità giornaliera abbastanza alta) da giorni a bucare la resistenza delle lunghe. A forza di incursioni lo schieramento dei Ribassisti si sta assottigliando.

vediamo che manovra stanno operando i Rialzisti per avere ragione degli Orsi. Sempre tf 1h e dettaglio sul Daily

la Outside bar del 17maggio ( ca 650punti) sul tf 1h è la base di un Triangolo di compressione, che sul grafico daily si traduce in un pattern IDNR4 .

L'uscita ovviamente offrirà una indicazione MA bisogna considerare che lunedì c'è stacco dei Dividendi, quindi ovviamente avremo sull'Indice una uscita ribassista che però non sarà indicativa proprio perchè "forzata" dalla distribuzione delle cedole. Sarà meglio guardare il Future e monitorare la reazione dei Prezzo dopo lo stacco per avere una indicazione più attendibile.

vediamo intanto dove sono "le linee di Trincea" ( Volume & Value Area Profile Settimanale): le aree di Prezzo dove si sono concentrati i maggiori Volumi (aree di Prezzo di Supporto [valori Future] 17300  17200  17100. Aree di Resistenza 17450  17600, più in alto non c'è niente fino a 18300)

da Lunedì si riparte da qui

 

FTSEMib post Draghi., e adesso?

Stampa E-mail
Scritto da Mapokam   
Domenica 06 Marzo 2016 15:15

18Maggio Indice HA: l'ultimo aggiornamento risale ad una settimana fa ma a latitare non sono io, è il Mkt che continua a non andare da nessuna parte. Il 61,8% non è riuscito a rilanciare le quotazioni e l'approdo successivo - lo scrivevo una settimana fa- è in area 78,6% di Fibo : ci siamo quasi visto che i minimi sono stati a solo 100 punti di distanza, ma non c'è ancora nessun segnale di inversione: le Heikin Ashi sul daily sono sempre rosse. La pendenza della discesa di inizio mese si è addolcita ma le candele non si sono ridotte di ampiezza, anzi!! ( vedi la doji del 17) = Trend ribassista ancora in corso, anche se con Momentum calante, ma con Volatilità ancora alta. Si sale e si scende in giornata senza una direzione di fondo, mercato buono solo ancora per l'intraday , campo di battaglia fra Orsi e Tori. ( vedi il significato della simbologia)

Sul Future ho livelli di supporto Volumetrico a 17200-17100 . Sopra i 17300 ho come prime Resistenze a 17450 e poi 17600

Sono questi i livelli di Prezzo che tengo d'occhio per verificare se si presentino dei Pattern di inversione e impostare l'operatività


11Maggio h12,00: Future tf 4h candele H-Ashi quel test del 61,8% di Fibo poteva essere un buon punto di approdo, almeno momentaneo, ma stamattina è nuovamente messo in pericolo. Se in chiusura non tiene si passa al successivo. Conferme di interruzione dell'attuale Trend riba solo con chiusure sopra 17500


7maggio: sul daily siamo ritornati sulla statica di Lunghissimo periodo la cui tenuta o rottura va monitorata. La candela settimanale ( una lunga candela direzionale rossa) chiude proprio su quel livello


6Maggio chiusura: ... proviamo a fare il solito esperimento il 61,8% sul giornaliero ha tenuto. SE tiene anche il ritracciamento a 61,8% pomeridiano ( tf 3min Indice) gli obiettivi per Lunedì mattina sono i soliti => 161,8%  261,8% .... 423,6%( naturalmente il 61,8% del Daily vale per Strategie di Medio, mentre quello sul tf 3min vale per strategie di brevissimo )


6Maggio h 15,00: con i dati USA siamo arrivati diretti sul 61,8% ( mi aspettavo nei gg scorsi un rimbalzello in area 18mila Future prima di questo ulteriore affondo, rimbalzello che invece non si è concretizzato)


3Maggio Future: dai 18500-600 ripetutamente "attenzionati" ( vedi post precedenti) ci siam fatti 1000punti nella direzione indicata dalle frecce già dal 23Aprile. Ora stiamo sul 50% di Fibo di tutta la recente salita: con Prezzi sopra 17700 non è sensato stare Short, sotto 17500 non è sensato stare Long , perché il 61,8% di ritraccio [17200] è ancora alla portata = piccole size ( solo di anticipo ) Stop per chiusure orarie e giornaliere  sui livelli indicati


28Aprile Future: "... possibili estensioni in area 18500-600 sono ancora possibili...." , e finalmente ci siamo arrivati! L'avevamo segnalato già il 15Aprile ma il percorso non è stato facile con un triplo massimo negli ultimi gg, tentativi di rottura ribassista poi recuperati, insomma una serie di indicazioni non sempre facili da interpretare e quindi foriere di Stop che ,per quanto antipatico da accettare, è l'unico antidoto ad una posizione che il Mkt decide di negare (le rotture ribassiste ci sono state: il triangolo tratteggiato prima [22aprile], e poi la violazione dei 18250  hanno portato qualche punticino MA sono state effimere e  se non fossero state prontamente stoppate oggi sarebbero diventate dolorosissime).

Vediamo adesso come si comporta sui 18500-600, i Volumi su questa rottura sono ordinari e il Momentum è in divergenza: dobbiamo attendere un pattern di inversione a conferma oppure anticipare ma con Stop in canna, perchè il Trend partito l'8 Aprile è ancora rialzista. mentre quello di MedioLungo non ha ancora invertito al rialzo non violando ancora i Top di Marzo. Se dovesse negare il break odiero direi che gli ingredienti ci sono tutti.


26Aprile: grafo orario Future. la seduta odierna non aggiunge nulla a quanto ci siamo detti durante il WeekEnd: Trend di fondo ancora rialzista, il deterioramento preannunciato è arrivato con la violazione ribassista del Triangolo tratteggiato rosso e con i Prezzi che sono passati sotto la Regressione Lineare e la Tillson  che cominciano ad appiattirsi. Ulteriori spunti rialzisti di brevissimo sono ancora possibili fino ad area 18500-600 ( perchè sono livelli di ritracciamento ed estensioni di Fibo che ho tracciato sul grafico) . La Price Action odierna si è rimangiata la discesa di ieri ( UCG ha fatto ieri -5% oggi +5%), MA ha fatto segnare una figura di Doppio Massimo = siamo sempre lì: non è proseguita la discesa di Lunedì ( mentre il DAX è solo sceso oggi chiudendo sui livelli di ieri), ma al tempo stesso non abbiamo trovato la forza di spingerci sopra i recenti massimi. Domani sera FOMC e Giovedì mattina Banca Centrale Giappone.

Il livello migliore per giocarsi uno Short resta sempre 18500-600 ( se ci arriva ), ma nel brevissimo (intraday) dopo il doppio max di oggi il cedimento di 18250 va assecondato , anche se a rischio Stop.

e questo è l'INDICE con la dinamica tratteggiata (parallela) che contiene i corsi



23Aprlile : grafo orario Future. L'intonazione è ancora positiva con i Prezzi che stazionano sopra la Tillson, mentre la Regressione Lineare  comincia timidamente a girare. l'Indice avrebbe ancora margini di Spazio e Tempo per salire almeno fino al 78,6% di ritracciamento di tutto il movimento ribassista dai Top di metà Marzo. L'obiettivo coinciderebbe con l'estensione di Fibo a 261,8% dell' 123 dell'8-13 Aprile, e sarebbe un livello ideale per Shortare, ecco perchè ho messo 2 frecce ribassiate in area 18500-600. Naturalmente non è assodato che ci arrivi, e quindi discese sotto 18100 ci confermerebbero che la struttura rialzista si sarebbe deteriorata in modo evidente. Chi può monitorare stretto durante la giornata e prendersi il rischio di uno Stop Loss può cominciare a shortare la rottura di quel Triangolo tratteggiato in rosso, poi piramidare ulteriori posizioni corte sulla rottura dei 18100 e poi 17750.

Sul MedioLungo periodo ( grafico giornaliero INDICE) le nebbie non si diradano fino a quando non superiamo con decisione e ci lasciamo alle spalle i Top di Marzo. In fondo siamo ancora tra il 38,2 e il 50% della discesa da Dic 2015 (solo sul 38,2% se invece partiamo dai Top 2015). CONCLUDENDO sappiamo che il movimento Ribassista di MedioLungo si è interrotto (minimi crescenti) , ma che abbia invertito non è ancora confermato, perchè manca ancora una sequenza di Massimi crescenti sul daily. I Prezzi attuali sono quelli del Dicembre 2014.


15Aprile h 11,30: seconda puntata della serie " a volte tornano!". Sempre il solito Pattern che ben conosciamo: ritracciamento a 61,8% ( ma possibile anche 78,6%) => estensione a 161,8% ( 1° step), 261,8% ( 2° Step ), 423,6% ( 3° Step ). Abbiamo fatto il 1° Step e lì ci siamo fermati . Alle 12,00 scadenze tecniche Future e Opzioni ( quindi fermi), Con chiusure orarie e giornaliere sopra 17830 si può provare a puntare al 2° obj.


14Aprile h 9,45: rotta finalmente al rialzo e con decisione la Statica di Lungo periodo cui spesso abbiamo fatto riferimento negli ultimi commenti. Prezzi stabilmente sopra quel livello Statico danno un segnale positivo. Interessante però è notare dove si sono fermati stamattina subito dopo l'apertura : verrebbe da scrivere " a volte tornano!" . Quella Dinamica discendente è la base del vecchio canale che ha contenuto fino a Dicembre il movimento ribassista del 2° semestre 2015.


Domani giornata che si candida a movimenti anche erratici per la presenza di scadenze tecniche. La chiusura di settimana risulterà per questo significativa per le sorti future del ns listino.

12Aprile h 15,00: c'è da augurarsi che non sia questa la vera reazione al "fondo Atlante". La Statica di Lungo sta facendo il suo lavoro e diventa il pivot (punto di svolta ) del movimento in corso: tendenza Long sarà ripristinata solo sopra il suo livello

PS i ritracciamenti in grassetto sono quelli relativi al movimento ribassista dai Top del 2015 fino al minimo di Febb 2016: abbiamo ritracciato solo il 38,2% quindi il Trend Primario è ancora impostato al ribasso. SE l'attuale correzione si mantiene sopra il minimo di Febb 2016 e poi si buca al rialzo prima 18mila e poi 19mila l'inversione del Trend primario si fa più consistente e ci si può porre almeno obiettivo 50% e oltre di tutto il ribasso ( quota 20mila e oltre)


8 Aprile : in 2 giorni siamo passati dal -3% al +4% ,  e non è la prima volta ultimamente (20 e 21 Gennaio, poi 9 10 11 12 Febb). Che ci fossero le condizioni per una ripartenza lo avevamo messo in conto nel commento di Mercoledì, ma ho anticipato di 1 giorno, e comunque quel -3% di Giovedì è spiazzante perchè non testa il 78,6% di Fibo e lasca ancora aperto al ribasso il Gap del 15Genn, senza però che il +4% di Venerdì vada a chiudere quello più recente al rialzo del 5Aprile. Quindi mi mancano dei riferimenti solidi per ipotizzare il percorso. Sono ancora dell'idea che nel breve sta preparando una ripartenza di cui dovremo valutare la durata e intensità, ma non so se quello di Giovedì sia stato il livello di Start. Basta che il Petrolio che venerdì ha fatto +6% o il news flow sui NPL e ricapitalizzazioni delle Banche facciano un dietro front , e non è impossibile rivedere una figura di inversione prima della vera ripartenza. Ci tocca aspettare l'avvio di settimana prossima per dirimere la matassa. Un accumulo di progressive tranche sui ribassi si possono fare in funzione della costruzione di una strategia lunga per i prossimi gg, ma un livello unico su cui puntare sia per l'entrata che per il take profit ancora non ce l'ho.


6aprile: il 61,8% ha fatto il suo lavoro, la candela è di quelle buone (una Doji che dice che la recente pressione ribassista si è presa una pausa e che per i rialzisti della prima ora c'è in premio il Gap del 5aprile da andare a chiudere) . La Doji andrà confermata dalle prossime candele che non devono aggiornare nuovi minimi e non devono accontentarsi solo dei 17500, per indicare una inversione. I Tempi ci sarebbero per una ripartenza ( sul tf 4h si contano facilmente 4 sottocilci), anche i Future USA (quelli europei non sono ancora aperti) stazionano sulla chiusura alta di ieri.


5aprile: giornata rosso fuoco con l'Indice che salta a piè pari il 50% di Fibo di tutta la salita da Febb per testare il 61,8%.Non pensavo ad una correzione così profonda, e infatti nei precedenti chart non avevo nenache contemplato il 61,8%.

Il post Draghi è stato estremamente deludente e se non dovessero tenere neanche i 17mila di Indice si trasformenrebbe in un fallimento. Ma un ritracciamento fino al 61,8% è ancora una percentuale plausibile di ritracciamento. Sarebbe stato meglio non andare oltre la Statica di Lungo e sotto il 50%, ma una giornata di eccesso ci può stare. L'importante è che la reazione sia pronta e convincente. Lo vedremo nei prossimi gg


1°Aprile: ed anche il secondo obiettivo ( Test della Statica di Lungo) è arrivato. In caso di ulteriore debolezza il probabile approdo è in area 17500 ( 50% di Fibo della salita dai minimi di Febb).NB questi sono i Valori dell'INDICE, che quota circa 450 punti in puù rispetto al FUTURE che - scadendo in Giugno- già sconta lo stacco cedole

Sul Giornaliero ( Future) l'inversione rialzista sarà confermata solo sopra il livello di Picco dei Volumi in area 18mila


25Marzo: da 19200 (indice, il Future sconta ca -450punti per il prossimo stacco cedole di metà anno) si è avviata la correzione che avevamo messo in conto già nel commento del 12Marzo ( sbagliando di 100punti rispetto all'area di Prezzo 19300 indicata nel commento). La successiva perdita dei 18400 ha favorito l'innesco del secondo segnale Short ( anche questo opportunamente evidenziato nel precedente grafo).


E adesso? Il naturale approdo sarebbe in area 17900-800 dove passa la Statica di Lungo e dove si concentra un Picco di Volumi, oltre ci sarebbe il 50% di Fibo in area 17500. Quindi per adesso la tendenza di Breve e ribassista. Tendenza che verrebbe negata se - dopo la pausa Pasquale- i Prezzi invece di continuare a scendere dovessero riportarsi fuori del canale ribassista: chiusure di giornata sopra 18500 e poi 19mila.

BUONE FESTIVITA' PASQUALI

18Marzo  chiusura 1° Trimestre: "...Mi aspetto quindi che attorno ad area 19300 ca ( proiezione del box di consolidamento laterale pre Draghi e precedente Swing High dei Prezzi) i Prezzi possano trovare un ostacolo ...... si potrebbe aprire una strategia al ribasso con obiettivo test del canale rialzista e vecchia Statica."

Si è spinto fino a 19200 ( 100 punti indice di tolleranza su 19mila ci possono ben stare ) e poi ha corretto. Il primo obiettivo lo abbiamo fatto, ed è l'obiettivo minimo : test della base del canale rialzista e 23,6% di Fibo di tutta la salita dai minimi. La tenuta del canale fa ora da discriminante. SE il canale non dovesse reggere si può scendere fino al 2° obiettivo . Monitorare chiusure orarie e daily sotto il livello 18350-400


12MARZO commento settimanale: riepilogo delle puntate precedenti tra i 2 Draghi ( 3 Dic 2015 - 10 Marzo 2016). Dall’estate del 2015 il ns indice è inserito in un ampio (3000 punti ca ) canale ribassista che ha contenuto l’oscillazione dei Prezzi fino a metà Dicembre ( NB. precedente intervento deludente di Draghi 3Dic 2015), quando è stato violato al ribasso dopo un retest da manuale che ne ha certificato l’attendibilità. A quel punto i Prezzi si sono avvitati al ribasso fino ad area 15800 dove l’Indice ha congestionato per qualche giorno (ellisse gialla, inversione aV, meno usuale perchè è più frequente una W, ma è visibile sui tf minori), prima di far partire  – con un Gap rimasto ancora aperto per pochi punti-  un rimbalzo che, prima ha testato la proiezione del vecchio canale ribassista e poi, con la fine della settimana, lo ha nuovamente riconquistato. Risultato siamo a +20% dai minimi di Febbraio.

Fin dove possono spingersi i Prezzi nel Breve?

intanto godiamoci l'ultimo aggiornamento del 10marzo nel cui grafico, sopra 18500 avevamo ipotizzato una Buy oppurtunity. L'attuale rimbalzo è inserito in un ripido canale rialzista che sulla sua strada ha già superato una significativa resistenza statica di lunghissimo periodo in area 17800ca ( superata e validata con un retest).

Ora si trova a contatto con una parallela (tratteggiata) del vecchio canale ribassista e 19mila è un numero tondo che sul time frame a 4h ha già sentito 3 volte; ma manca ancora qualcosa al test alto del canale, quindi un successivo obiettivo alla portata dei Prezzi è area 19300 ca, corrispondente sia al 50% di ritracciamento di tutta la discesa partita dal Dic 2015, e sia coincidente con l’estensione del  261,8% di Fibonacci dell’123 Low  del periodo 11-24Febb 2016, una coincidenza da tenere in considerazione.

Mi aspetto quindi che attorno ad area 19300 ca ( proiezione del box di consolidamento laterale pre Draghi e precedente Swing High dei Prezzi) i Prezzi possano trovare un ostacolo e – solo SE dovessero disegnare un Pattern di esaurimento e/o inversione – si potrebbe aprire una strategia al ribasso con obiettivo test del canale rialzista e vecchia Statica. Sotto quei livelli ci sarebbe la possibilità che il rimbalzo sia finito qui e l’effetto Draghi sia stato davvero di poco conto. Ma avremo tempo per verificarlo.

La settimana entrante è densa di appuntamenti. Il 13 si svolgono le elezioni regionali tedesche di 3 Land importanti : una sorta di esame per la politica della Merkel. Poi ci saranno le reazioni alle vendite al dettaglio e alla Produzione Industriale Cinese: usciti più bassi dell’atteso e del dato precedente. Il 15 e il 16 marzo il FOMC, con intervento finale della Yellen. Il 18 Marzo è il 3° Venerdì del mese= scadenze tecniche su Azioni, Opzioni, Indici.

10Marzo post Draghi: i 19mila sono andati a testare con precisione il canale tratteggiato negli scorsi commenti. Di seguito ho disegnato i livelli Statici da monitorare per impostare l'operatività dei prossimi gg. I ritracciamenti di Fibo sono calcolati a partire dal Top relativo del 3 Dic 2015 ( il precedente intervento di Draghi).

Purtroppo simo arrivati all'appuntamento già col collo tirato, senza una correzione significativa, e avevo scritto che avrei preferito evitare un simile approccio .... le conseguenze si sono fatte sentire con una violenta presa di profitto  sui massimi, con una candela che non promette niente di buono, ma ....ai "prezzi l'ardua sentenza": il pattern sarà confermato solo con Prezzi sotto il minimo di ieri (come al solito conferma oraria e poi giornaliera), se i Prezzi non vanno sotto, quella rimane una Long upper Shadow.


9Marzo: alla fine si è fatto bastare il "minimo sindacale", esaurendo la correzione sulla Vecchia statica di Medio e Lungo periodo e sulle Guppy lente,  arrivando a Draghi praticamente sui massimi (doppio massimo per la precisione) del movimento partito il 12Febb ( Onda 4 cui deve seguire una 5 al ribasso ?!?!?!?  è una delle ipotesi, ma la smarcheremo nei prossimi gg)

aggiornamento grafico tf 4h

Riepilogo delle puntate precedenti: da Dic ( dopo Draghi) discesa violenta fino al minimo in area 15800; a 18400 ha fatto ritracciamento del 38,2% della discesa (-sul Medio- retest del canale basso della Forchetta di Andrews ribassista del 2° sem 2015); da 18400 è andato a ripiegare sulla statica di MedioLungo in area 17800-900 senza approfondire sotto quel cruciale livello (minimo sindacale) = le aspettative per Draghi sono alte, caute ma alte: pensano/si augurano che tirerà fuori il coniglio dal cappello tagliando ulteriormente i dep. overnight, aumentando l'acquisto di asset, ma soprattutto .... trovando una soluzione per evitare che i Tassi negativi penalizzino il settore Bancario ( per noi sarebbe un vero problema visto il peso dei Bancari).

Domani vedremo, nell'ultima riunione di Dicembre la delusione è stata grossa,  il Mkt difficilmente riuscirebbe a sopportarne una seconda. Sarà per questo che a forza di spintoni i Prezzi si sono riportati in prima fila. Non posso immaginare cosa dirà o succederà domani, ci sarà certamente una alta Volatilità in occasione dell'uscita delle decisioni e poi durante la "retorica" ( il commento). Seguirò con la piatta dispositiva rigorosamente OFF.

7Marzo : "......direi che è plausibile aspettarsi una correzione. La prima conferma con Valori sotto 18200 ( dove sta passando la Kama veloce) e poi sotto 18mila. L'obiettivo della correzione - se ci sarà - andrà cercato sul retest della vecchia importante statica di Lungo o sul Top del vecchio Trading Range."


Il primo obiettivo l'ha fatto Occhiolino, ... vediamo se gli basta o va aprendersi anche il secondo

5Marzo: entriamo nella settimana che prevedibilmente girerà intorno alla conferenza della BCE tanto attesa. Ci arriviamo al rialzo, avendo violato la Statica di Medio e Lungo evidenziata già 2 settimane fa. Ho aggiunto allo studio grafico una vecchia ipotesi di Forchetta di Andrews ( anche questa - i lettori più affezionati lo ricorderanno- già proposta nei primi post dell'anno).

Dove siamo?: siamo usciti dalla "Terra di Mezzo" di cui scrivevo Lunedì scorso, siamo al test del secondo livello di Fibo di tutta la ultima gamba ribassista (partita a fine Non 2015. Se invece calcolo i ritracciamenti dai Top 2015 avrei il 38,2% in area 19mila: Mediana della Forchetta) e al test del canale basso della Forchetta. Il livello compreso fra 18400-18600 era anche la proiezione rialzista del recente Trading range visibile sui grafici giornalieri .Le Guppy Lunghe si sono appiattite e le brevi hanno smesso di allargarsi: finchè rimaniamo sotto 18500-18600 direi che è plausibile aspettarsi una correzione. La prima conferma con Valori sotto 18200 ( dove sta passando la Kama veloce) e poi sotto 18mila. L'obiettivo della correzione - se ci sarà - andrà cercato sul retest della vecchia importante statica di Lungo o sul Top del vecchio Trading Range.Se la scansione Ciclica evidenziata dai semicerchi è corretta, sarebbe  avvalorata questa ipotesi nel breve.

Se arrivassimo a Draghi da livelli più bassi preferirei, l'ho già scritto in passato. Se invece ci arriviamo impiccati al rialzo, l'operatività si fa più complicata perchè saremmo costretti a rincorrere i Prezzi ... preferirei evitare.

Ultimo aggiornamento Giovedì 19 Maggio 2016 08:02
 

2016 parte col Botto! alla ricerca del primo approdo

Stampa E-mail
Scritto da Mapokam   
Domenica 17 Gennaio 2016 17:46

4Marzo INtraday h 10,15: primi segnali di cedimento del ripido canale ascendente "..sopra 18250 può ancora allungare ( il Box verde- postato a fine sett scorsa- proiezione del recente Trading range- dice area compresa fra 18400-18600)." Per confermare l'analisi il Top di apertura in area 18500 deve innescare la costruzione di un nuovo Trend di Breve a minimi e massimi decrescenti. Li sopra ci potrebbe ancora stare una figura di inversione a doppio massimo sporco ( perchè avevamo un range compreso fra 18400 18600), ma sarebbe una nuova opportunità con un buon rischio rendimento, per andare corti nel breve. Quanto può scendere? Oggi scadenza settimanale opzioni Stoxx e Dax, un pò di manovre per l'ora di pranzo sono da mettere in conto, poi ci avviciniamo all'appuntamento il 10 con Draghi. Per il breve disegnerei dei ritracciamenti di Fibo della recente salita per avere dei riferimenti. Per il Medio aspetterei la reazione a Draghi .... certo che se i recenti Top sono Onda 4, ci manca tutta Onda 5 a chiudere il ribasso da Dic 2915. Ma andiamo per gradi.


2 Marzo: fuoriusciti dalla "Terra di Mezzo", rotta al rialzo la Statica di Resistenza , questo è il canale da monitorare: sopra 18250 può ancora allungare ( il Box verde- postato a fine sett scorsa- proiezione del recente Trading range- dice area compresa fra 18400-18600). Sotto 18mila ( ultimo significativo Siwng Low, si va a ritestare dall'alto la vecchia Statica.


1Marzo h12,00 aggiornamento grafico INtraday : al test dei 17800,  Res di Lungo.  L' eventuale  Short è un anticipo, contromercato e senza alcun segnale scattato... quindi va protetto


29Febb Intraday: sul confine alto della "Terra di Mezzo ", nuovamente a contatto con una zona di Resistenza statica di Breve, Medio e Lungo.


26Febb chiusura settimanale: "Dove siamo?" è il titolo di questa sezione, e quindi è la domanda cui vorremmo dare delle risposte: " nella Terra di Mezzo" (che -non a caso- è una regione di Arda, e in questi gg meglio sarebbe scrivere "ardua" ) direbbe Tolkien . Fondamentalmente non siamo né qui né là. All'intorno del primo livello di ritracciamento di Fibo ( 23,6%) di tutta la discesa dai massimi, ma un pochino sopra. 17800 è il livello del primo Swing sinificativo, con la Kama ( MM adattiva nera) piatta dal 18Febb, le Guppy più lente in fase di appiattimento e quelle veloci che ci ballano intorno, in un range di 1000 punti. E questo è l'unico dato oggettivamente utile dal punto di vista operativo perchè: se rompe al rialzo ci porta in area 18600, che -guarda il caso- è l'apice del triangolo di fine Gennaio. Se rompe sotto ci porta a 15600 che sarebbe doppio minimo. Accumulazione o Distribuzione? sarà la questione da dirimere con le prossime mosse del Mkt. Se potessi inoltrare un desiderata ... all'appuntamento del 10 Marzo con Draghi vorrei arrivarci da un minimo e non da un massimo relativo.

Relativamente al Settimanale la candela si chiude bene: una sorta di martello che però non essendo sui minimi non ha un significato di inversione rialzista, ma almeno non è la Doji di settimana passata. Sul giornaliero siamo al 3° test dei 17500-600: In chiusura di settimana ho provato a shortarlo quel test, ma non è sceso e -non volendo rimanere over- mi sono rimesso in stand by


25Febb: ieri scrivevo "Domattina - se Wally non fa scerzi- vedremo i 16800 [battuti prima di chiudere]-16900, che sono la metà della barra odierna e le estensioni a 161,8% e 261,8% del ritracciamento delle h16,20-16,50 .La massima estensione è a 17100 (4,236%).  POI -per il breve-  se fa chiusure orarie sopra quel livello c'è uno spiraglio di sereno."

il Future ha fatto massimo a 17190 e  ha chiuso in prossimità dei 17100 ... ci possiamo dichiarare soddisfatti. La candela di ieri resta brutta e lascia una pesante eredità, infatti oggi siamo INside, nel 50% superiore ma sempre INside, con una dote di 640punti, bisogna attendere la direzione della rottura. Quindi, o trova la forza di allungare o le considerazioni di ieri restano valide.

Siamo in chiusura di settimana e si sta profilando fino ad ora una seconda candela settimanale di incertezza , con piccolo corpo e opposte Shadow. alle h14,30 PIL I4°Trim USA e poi alle h16,00 Indice Fiducia Michigan e poi continuano i discorsi dei Membri FOMC che stanno orientandosi vs rialzi meno incalzanti= l'Economia reale ancora non gira anche se Usa è messa meno peggio.


24Febb chiusura: brutta, veramente brutta la candela odierna, soprattutto perchè non mi aspettavo una giornata monodirezionale senza neanche una correzione, e infatti gli Stop Loss non si contano in queste giornate che non riesco a cavalcare degnamente. Purtroppo i 17600 citati nell'ultimo post settimanale hanno retto tanto bene da far fare doppio massimo al ns listino e poi giù. Ieri la discesa è stata tutto sommato contenuta, nel range dalla candela precedente, oggi invece ha mollato. La buona notizia è che il Gap del 15 rimane ancora aperto e lascia una flebile speranza ( sempre meno convincente, però) che possa essere un gap di Fuga per un allungo dignitoso. Ma domani è l'ultima chance. Il movimento settimanale partito il 12 potrebbe essere in 3 tempi, ma allora domani deve ripartire al rialzo per un nuovo settimanale. Se invece il settimanale si è chiuso il 19Febb ... allora il nuovo movimento settimanale ( partito il 22Febb ) ha già girato al ribasso= chiuderemo il gap e penso proprio che non gli basterà...

Domattina - se Wally non fa scerzi- vedremo i 16800 [battuti prima di chiudere]-16900, che sono la metà della barra odierna e le estensioni a 161,8% e 261,8% del ritracciamento delle h16,20-16,50 .La massima estensione è a 17100 (4,236%).

POI -per il breve-  se fa chiusure orarie sopra quel livello c'è uno spiraglio di sereno. Per il Medio bisogna superare di slancio l'ultimo Swing High di doppio massimo (17700). Se invece torna a scendere, chiude il gap e poi buca anche i 16500 ... si salvi chi può: si può fare doppio minimo, opp 123 di Ross, opp 2BB di Sperandeo. In qualunque caso si rivedono i minimi.

PS: e in qualunque caso io sto tradando malissimo , ... spero almeno le analisi siano buone!



20Febb chiusura settimanale: mentre gli altri Indici Internazionali riescono a produrre una reazione settimanale convincente noi continuiamo a soffrire degli squilibri del ns paniere pesante di ENI e Banche. Fino a che non avremo ragione di quel 17500-600 non si può sciogliere la prognosi. Sui Tf più brevi (4h) tra il 50 e il 61,8% di Fibo è un naturale ritracciamento ( con relativa chiusura Gap e retest della proiezione della vecchia Trend dinamica di Resistenza). Se non lo chiudesse però non sarebbe così drammatico, perché potrebbe ancora farci sperare ad un "Gap di Fuga", anche se il ritracciamento doveva essere meno profondo.


18Febb chiusura: "....in area 17500 passano diversi livelli di Fibo a seconda che facciate partire il calcolo dai Top di fine Dic, 16Genn o 27 genn, quindi è una area che dovrebbe farsi sentire..." e così è stato

NB domani scadenza opzioni su Indici e azioni, poi rolla l'OIL


17Febb: più o meno siamo in area indicata di primo Tgt rialzista, parlo di breve termine ovviamente: tf 4h e tf 1h dove siamo al test della EMA 144, chiusure orarie sotto suggeriscono indebolimento della spinta


15Febb: in area 17500 passano diversi livelli di Fibo a seconda che facciate partire il calcolo dai Top di fine Dic, 16Genn o 27 genn, quindi è una area che dovrebbe farsi sentire


12Febb chiusura settimanale: "... quindi se il pavimento regge ..." Quel profilo panciuto ha retto e si è realizzato un nuovo tentativo di rimbalzo. Nella giornata di Venerdì si è prodotto un nuovo Punto di Controllo (PoC)  e Picco di Volumi in area 16200, abbiamo chiuso a 16500 ca. I Prezzi Lunedì devono mantenersi in questa zona, possono tornare a 16200 ma - per confermare le velleità di rialzo - devono chiuderci sopra e poi possono spingersi verso il prossimo PoC e PVP di Mercoledì 10 = 16700.

Sopra 16800 il pattern di inversione rialzista ( che avrebbe trovato il minimo sul 161,8% di estensione della candela di accelerazione di Lunedì8febb)  sarebbe assecondato, il che non vuol dire che deve partire a palla, ma che deve costruire un nuovo canale orario a minimi e massimi crescenti. A quel punto proveremo a puntare a quota 18mila almeno.

proviamo a cercare qualche altro indizio a favore del rimbalzo con una prospettiva più lunga: grafico daily; VWap del ciclo Pluriennale ( partenza Luglio 2012): siamo sul test di SD-2 con una candela HA doji = Se la prossima candela Heikin Ashi sarà verde potrebbe essere inversione. Lo Stop è sotto i Minimi della Doji e sotto la SD-2, l'obiettivo di medio è il return move verso il SuperTrend prima (18300) e VWap poi : quota 19mila, che sarebbe il 38,2% di tutta la discesa cominciata dai Top di Luglio 2015. Se così fosse avremmo una sequenza di Heikin Ashi verdi con solo Upper Shadow.


11Febb chiusura: con la perdita dei 16400-16100 si è confermato il fallimento del tentativo di rimbalzo di ieri. Chi avesse assecondato il commento in apertura si è fatto anche una bella discesa. Ormai candele da -4% sono lo standard e non stoppare posizioni contarie al mercato o mediare al ribasso confidando nel recupero dei Prezzi si sta dimostrando devastante per molti portafogli. Lo Stop non è una sconfitta, è una assicurazione sulla salute del capitale operativo.

Dalle h10 abbiamo lateralizzato costruendo un potenziale pavimento (di brevissimo) con un profilo b sul grafo Tick Distribution. La chiusura è stata sotto il Poc e il Picco di Vol ( e invece sarebbe stato meglio chiuderci sopra) ma se quel profilo panciuto regge .... avremmo un doppio minimo sporco. Il segnale di Inversione scatterebbe sopra il massimo di ieri (16800) MA ... siamo 1000 punti sotto!!!! Quindi se il pavimento regge meglio provare un anticipo con Stop stretto che rincorrere i Prezzi dopo lo scollinamento dei 16800. Naturalmente sempre Stop in canna


11Febb preapertura: dal commento di fine settimana: "persi i 17mila l'altro livello da tenere in chiusura è 16500", ieri ci ha provato . Il grafo conferma e stamattina  sembra intenzionato a perderlo sotto 16400/16100 il primo tentativo di rimbalzo è fallito ed è meglio tornare Flat perchè Supporti significativi sono molto lontani e rimanere contro mercato potrebbe essere molto costoso


6Febb chiusura settimanale: altra settimana di passione (Indice -7,2% ,  -10% Banche, -7% Energetici), però dai commenti precedenti si evince che sto monitorando area 17300-17500 come possibile area Supportiva. Dal punto di vista Volumetrico in caso di ulteriori approfondimenti il livello di Equilibrio (=Valle tra i picchi Volumetrici) si trova un pò più in basso a 16500-16700.


Se I Valori approdano sul livello di Equilibrio fermandosi e disegnando sul daily un pattern di Inversione sarebbe un buon segnale. da assecondare poi con l'uscita dell'Oscillatore dalla zona di Ipervenduto ( la divergenza c'è già ). Quale sarebbe al rialzo l'obiettivo? almeno il Picco Volumetrico più prossimo => 18500 ca . Dove mollerei le posizioni di "anticipo" che sto costruendo

5Febb: pattern che cambia nome ma non la sostanza: sequenza di barre INside e segnale operativo - sempre con modeste size - che scatta con chiusure sopra 17800, poi a piramidare sopra 18000, 18500. Stop sotto il minimo della congestione, opp- vista la volatilità- sotto round number 17000, ma pronti a rientrare perchè il bottom di breve non dovrebbe essere lontano, lo vediamo sul grafo settimanale


4Febb:  ID/NR4 in formazione sul tf 4h , e l'area indicata attorno 17500 si sta dimostrando area capace di arginare la discesa. Monitorare la eventuale rottura rialzista del Pattern


3Febb riepilogo strategia INtraday: l'aggiornamento delle 11,00 si è dimostrato tempestivo ed accurato " 17500... se tengono mi giocherei un 17650 17800. Ma si tratta di Intraday... " . Alle 12,20 17650 e alle 13,10 17800. Quello sarebbe diventato doppio max nel pomeriggio, e poi è tornato a scendere, chiudendo poi nel range 17300 17500 che abbiamo menzionato in mattinata. Sono livelli che devono tenere per favorire un rimbalzo significativo. Poi in area 17mila ca passa il 61,8% di Fibo di tutta la impulsiva dal 2012


3Febb h 11,00: aggiornamento INtraday tf 4h il test della Supportiva di breve non ha tenuto ed è scattato lo Stop. Il fallimento del tentativo della prima mattinata di oggi di recuperare i 18mila ha innescato una nuova ondata di vendite che sta portando velocemente a perdere i Minimi del 2015 e poi quelli del 16Dic da cui era partito tutto il movimento impulsivo dello scorso anno. Resta ultimo baluardo il minimo del 17Ott in area 17500 dove in Maggio e Agosto 2013 aveva formato un Swing High = è una Statica lontana nel tempo , ma se proprio vogliamo trovare un argine è una delle più prossime. Monitoriamo come si comporta in zona 17300 17500. Se tengono e c'è reazione, per l'Intraday mi giocherei un 17650 17800. Ma si tratta di Intraday per adesso. per un orizzonte che traguardi il semplice Intraday aspetterei conferme sopra 18300


30 genn: chiusura settimanale si chiude l'ultima settimana di un mese di Gennaio che i Mercati faranno fatica a dimenticare e a digerire ( -13,24% , una escursione negativa di 3300 punti e atterraggio dalla casella di partenza= annullato tutto il 2015).     Era una settimana molto importante per la sequenza di appuntamenti cruciali, ma si chiude in maniera interlocutoria perchè il flusso di notizie non è stato univoco.

Il Petrolio ha cominciato male la settimana ma l'ha chiusa in bellezza (+4,8% , tra un pò comincia a fare i conti con le prime resistenze) sulla notizia che la Russia è pronta a discutere una riduzione dell'Out put, ma non è chiaro se ci sia stata o meno proposta dall'Opec: è ovvio che con gli Short aperti su ogni refolo di vento ci sia una corsa alla copertura delle posizioni, anche ad inizio anno sembrava volesse ripartire invece si sono dimostrate solo ricoperture degli Short. A margine, anche il Gold - che avevamo segnalato tempestivamente aggiornando il grafo per tempo- ha rispettato le attese.

Trimestrali USA: sono passate il 20% ca delle società con Utili in calo del 6% contro una attesa del 5%. Ovviamente Energetici e Finanziari sotto pressione. La cosa più importante è l'Outlook per l'anno in corso che è prudente con Utili previsti in calo, rispettando le attese.

FOMC: no news ... good news?!?!? non si sbilancia per i prossimi appuntamenti lasciando aperte tutte le strade. Forse dirà di più il 10Febb al Congresso. D'altra parte sul fronte dati macro non si capisce una mazza: GDP Usa appena più basso delle attese ( non positivo, ma non drammatico), Beni durevoli brutti, Chicago PMI ... oltre tutte le attese: da 42,9 dell'ultima rilevazione a 55,6 !!!! ma so giusti?!?!?

BOJ Banca Centrale del Giapp taglia il tasso di sconto allo 0,1% ( altro stimolo)

Bad Bank italiana: Padoan si è dovuto inventare una proposta "creativa" ( definità così dallo stesso) per superare le resistenze, L'unione è costretta a concordare " non ci sono aiuti di Stato". Tra gli Editoriali il dettaglio, MA .... il Mkt non sembra averla affatto gradita, o non l'ha capita o non ci crede. E al Mkt le incertezze non piacciono. Guido Aletta l'ha criticata dettagliatamente su MF ( ma la riproduzione è riservata, dovete cercarvela per conto vostro). Inoltre ci sono rumors sulla proposta di separare i Titoli di Stato nei Bilanci bancari per nettarli del "rischio paese", e questo non farebbe bene alle Banche italiane e Spagnole che sono piene di Titoli di Stato.

In conclusione altra Pin Bar INside alla precedente= frena la discesa, il Mkt non prende una direzione MA compra gli eccessi ribassisti: meglio che continuare ad avvitarsi in discesa. I livelli tracciati già qualche settimana si confermano corretti, il Mkt continua a sentirli, ci balla pericolosamente intorno e ci chiude sopra

scendendo di time frame (4 h). Nello scorso commento scrivevo "... proviamo a costruire una figura di inversione. Mi piacerebbe che fosse questa l'ipotesi in formazione". Ci stiamo provando, è un pò lavorata, non so dire se sia finita e pronta a far sentire i suoi effetti, ma ci da dei riferimenti

E' un Triangolo di compressione e scatterà come una molla perchè alle spalle c'è una candela settimanale INside con una dote di 1500 punti e poi Venerdì una INside giornaliera con una dote di 880punti ... tanta roba, bisogna vedere dove rompe però.

A 18700 siamo un pò in mezzo al guado, se la giochi chi può marcare stretto il Mkt. Meno lontano dallo Stop di protezione sarebbe un Long sul test della Supportiva rialzista - se lo fa - Rischio Rendimento molto favorevole. Più Rassicurante sarebbe lasciargli rompere al rialzo quota 19200-19300, ma da lì sopra lo Stop di protezione  è lontanissimo, perchè fino a quando non  rompe il minimo di 2 sett fa può tranquillamente lateralizzare senza dare alcuna indicazione definitiva.

L'unico modo per assecondare una strategia del genere è ridurre le size, in modo che un eventuale ampio Stop non faccia danni irreparabili al Capitale operativo complessivo, e non vi faccia star svegli la notte ( e ci sono tanti sonnambuli in giro di questi tempi).

Anche la prossima settimana è ricca di dati MKT mover: si parte da Lunedì col PMI manifatturiero, Spesa famiglie USA  e Draghi che parla al Parlamento EU.

22Genn chiusura settimanale: siamo passati dall'inferno dei 18mila "a riveder le stelle" del livello 19mila. 78,6% di Fibo di tutto il movimento annuale 2015 ( 50% del Pluriennale partito in Luglio 2012), e area che avevo indicato come potenziale punto di interesse per l'apertura di posizioni  Lunghe "di anticipo, solo in ottica di breve" . Gli avvenimenti che si sono succeduti hanno dimostrato come fosse opportuna la precisazione fatta in calce a quel post:" stop di protezione sotto le chiusure giornaliere e chiusure settimanali". Chi avesse seguito il ragionamento si è risparmiato il coccolone e magari è riuscito anche a piluccare un boccone del rimbalzo. Chi non si fosse fidato .... questa volta è stato graziato: siamo tornati al punto di partenza, e il 19mila si dimostrano ancora un livello da attenzionare, perchè proprio sui 19043 si è chiusa una candela giornaliera di indecisione che ha in eredità un gap aperto alle spalle.

aggiornamento grafico Settimanale


Chiusure sopra i 19mila segnalano che il rimbalzo può proseguire (ipotetici obiettivi di breve sono area 20mila bassa, che vuol dire 19700 ca), sotto i 19mila abbiamo 2 possibilità: o riprendiamo a scendere ( e gli obiettivi più immediatamente individuabili sono i minimi del Nov2015), oppure proviamo a costruire una figura di inversione. Mi piacerebbe che fosse questa l'ipotesi in formazione. Chiusure orarie sotto 18800 (l'apertura di venerdì), confermate in chiusura, ne sancirebbero la realizzazione.

Ho aggiornato le analisi di Lungo ( mensile e settimanale ) sui settori: il Bancario e l'Automotive hanno fatto segnare interessanti Test su statiche significative di lUngo Periodo. L'energetico è ancora messo non bene: l'AdC di saipem non aiuta ed ENI è propro sul tes del SuperTrend ( poi posto il grafico daily).


Dobbiamo monitorare i temi già alencati del commento di Lungo periodo: Petrolio ( che ha prodotto nelle ultime 2 sedute un rimbalzo prodigioso, da 27,5 a 32,3= +17,5%, +9% per la ns ENI), le Banche Italiane e le Trimestrali USA con il solito corredo di dati Macro.           1) Draghi ci ha messo del suo rassicurando che il questionario sui crediti deteriorati delle Banche ( tema che più volte su queste pag abbiamo richiamato negli ultimi 2 anni [ basta fare una ricerca su Google])  è stato male interpretato dal Mkt: non ci sono NPLs nuovi. 2) Padoan e Juncker devono poi mettersi daccordo sulla Bad Bank.

da Lunedì parte l'Aumento di capitale per Saipem, verificare la veridicità dell'interesse di istituti esteri per MPS, poi vendite Industriali e vendite al dettaglio Italia, Ifo tedesco, Martedì Fiducia Consumatori USA, Merc scorte petrolio,...

19Genn h 20,15: L'Indice chiude ancora negativo MA sopra la chiusura di ieri. Per Tradare il ns Indice è chiaro che va aperto il grafo del Settore bancario: come nel gioco dell'oca siamo tornati al punto di partenza, Genn 2015


19Genn h 7,30: dati PIL Cina "non positivi", ma non sorprendenti rispetto alle attese ... infatti le Borse asiatiche tengono botta Nikkei +0,5%, SSE Comp +2,8%, Hang Seng +1,5%

18Genn: altra giornata di sell off spietato in mattinata, che è stato accentuato per il ns listino dalla pessima performance del Settore bancario messo sotto pressione. Dove si è fermata oggi la discesa? Sull'estensione a 261,8% del movimento della prima quindicina di Dicembre (50% di ritracciamento).  Il pomeriggio era orfano di wall Street e si è visto ( il pull back si è rivelato un estenuante laterale privo di indicazioni).

Domani apriremo con la reazione al PIL cinese in uscita nella nottata; Mercoledì (primo pom): USA Indice dei Prezzi al Consumo e mercato case USA; Giovedì BCE


17Genn 2016: commentata nel primo post dell'anno ( spostato nella Sezione Analisi di Lungo) la chiusura del 2015 e la partenza del 2016, la settimana 2 del 2016 ci consegna una nuova candela negativa ( -3,6 dopo il -7% di inizio anno) con un lunga upper shadow che evidentemente non è promettente, ma che inquadra la fase discendente in atto in un contesto dinamico ancora ragionevole. Intendo dire che non ci sono ancora gli estremi per gridare alla fase di incontrolato panico. E' vero che questo è uno dei peggiori inizi d'anno: siamo ad un -20% dai massimi dello scorso anno ( come nella 2° sett del 2008, cui però si aggiunse una 3° settimana anch'essa negativa che scese fino a -30% dai top di Maggio 2007, e che si chiuse poi con una pronunciata lower shadow di recupero "temporaneo" dai minimi), ma con questa discesa stiamo facendo un ritracciamento compreso fra 78,6 e 61,8% di tutta la salita partita da fine 2013, e -tutto sommato- sono percentuali di ritracciamento congrue alla fase correttiva di un movimento di durata annuale.

Sarà importante capire fino a dove si estenderà questo ribasso e la natura del rimbalzo che - mi auguro presto - ne seguirà, per poter capire se siamo solo agli inizi della debacle (come nel 2008) oppure siamo in una fase ribassista che procederà regolarmente ad onde armonicamente in sequenza. Pensare ad una corposa ripresa dei corsi e ad un attacco di livelli superiori a 23mila per adesso mi sembra quanto meno aleatorio.

La situazione tecnica non sembrerebbe di difficile interpretazione. Sul grafico ho provato ad ingabbiare i corsi nella Forchetta di Andrews e ho tracciato numerosi livelli che corrispondono ai picchi di Volume ( quelli segnati in arancio continuo), che costituiscono i punti di svolta dei movimenti direzionali( sopra la view è positiva , sotto i picchi e negativa) , e poi tratteggiato in giallo i livelli di equilibrio dei Prezzi ( le valli fra i picchi) dove i Valori potrebbero interrompere la tendenza in corso e preparare le inversioni. L'area compresa fra 19mila e 18600 potrebbe candidarsi ad una temporanea area di approdo.  18800 sarebbe anche il 261,8% di estensione della candela di accelerazione ribassista del 30Nov 2015. Ho aggiornato l'analisi grafica anche dei principali Indici Internazionali che si trovano in fase di test dei minimi di Settembre. Il doppio test da tenere risulta così discriminante.

Insomma attorno a quei livelli - dal punto di vista tecnico- sarebbe lecito aspettarsi una temporanea fermata della discesa dei Prezzi e un tentativo di rimbalzo.

E' evidente però che l'AT - che guarda a cosa è successo nel passato per fornire indicazioni sul futuro- non può in questo periodo scontare il flusso continuo di eventi che si susseguono sullo scenario geopolitico ed economico. Sono i temi cui avevamo suggerito di prestare attenzione per il 2016.

  • Petrolio: IRAN, siamo in fase di revoca delle sanzioni e il Mkt  sconta con una discesa dei Prezzi un aumento dell'offerta di Greggio da quel paese
  • Trimestrali USA: continuerà fino a Febb il flusso di rendiconti  che - in maniera inevitabilmente contrastante - ci dicono come è andato il recente bilancio, talvolta rispettando le attese talvolta disattendendole, ovviamente sono tutti prudenti suul'outlook futuro.
  • Situazione Geopolitica: è proprio di queste ore la drammatica strage in Siria (Deir Ezzor) da parte dell'IS. 300 morti e 400 rapiti! scudi umani contro i raid aerei che stanno indebolendo il califfato ?!?!?
  • dati Macro Usa: quelli di venerdì non sono stati confortanti, e Lunedì il Mercato Americano chiuso

martedì 19genn - durante la notte h3,00 - dati PIL cinese              Giovedì 21 riunione BCE con Draghi

Ultimo aggiornamento Venerdì 04 Marzo 2016 10:34
 

FTSEMib, si va a chiudere l'anno

Stampa E-mail
Scritto da Mapokam   
Martedì 17 Novembre 2015 20:00

Sett Bancario, senza un rientro nelle Bande difficile per l'Indice produrre una reazione degna di nota. Lunedì comincia la stagione delle Trimestrali Usa ( consuntivo IV trim 2015)

7 Genn 2016: sul grafo Mensile oggi abbiamo testato un livello grafico e Volumetrico interessante. Bisogna attendere la conferma dal Settimanale con la fuoriuscita dell'oscillatore dalla zona di eccesso


2015-2016: questo è lo studio grafico (Barre mensili e barre Settimanali) con cui verranno proposte nelle prossime ora le Analisi di Lungo periodo sui Settori e titoli del ns listino.

Il Grafico a barre Mensili è corredato dei livelli PdV ( Picco di Volumi) su cui si sono concentrati il maggior numero di scambi e che segnano i livelli discriminanti di inversione delle tendenze primarie.

Nel grafico a barre settimanali un SuperTrend con un setting più stretto del convenzionale segue da vicino la tendenza secondaria di Lungo periodo. L'oscillatore segnala la permanenza dei Prezzi nella zone di eccesso (Ipercomprato o Ipervenduto ). Il test del livello mediano dell'oscillatore (50% ca) indica i movimenti di Pull back.


31Dic 2015  chiusura: BUON Fine Anno Chiusura a doppia cifra +12,7%. (la metà dei +25% raggiunti in Primavera). Meglio rispetto al +9,3% del DAX e +0,22% di S&P. Nel riquadro piccolo il tf annuale= come siamo rispetto ai 50mila del 2000. IV° Candela positiva consecutiva e dopo il doppio minimo del 2009 2011 non siamo riusciti a superare di slancio la statica in area 24mila ...= ancora non c'è alcuna forza e se questo fosse un grafico a candele giornaliere opp orarie mi verrebbe da pensare che se dopo un doppio minimo non è partito, la eventuale rottura del Trading range potrebbe essere un fake e deve tornare a correggere per ricaricarsi. Ma è un discorso di lungo ed è di là da venire.

aggiornamento grafico del tf 4h di breve: un doppio max in area 21700 ha temporaneamente fermato le potenzialità delle estensioni di quel ritracciamento a 61,8% ( area 21700 era già stata menzionata nel commento del 17Dic come discriminante fra il rialzo e nuove correzioni, e la banda disegnata allora ancora sta funzionando da resistenza). La scarsità di Volumi degli ultimi gg evidentemente non ha favorito l'allungo , ma se 21700 non viene prontamente recuperato e superato di slancio, va rimandato l'appuntamento verso i  Tgt già segnalati : 22250 e area 23mila poi. Fatte le dovute proporzioni è un po' come il discorso fatto per il grafo a barre annuali : Il Mkt è un frattale.


23Dic: BUON NATALE .... ha sentito il 61,8% e senza neanche HADoji è partito. Lo Stop per le posizioni di breve/medio è sotto i 21mila, i Tgt li trovate nell'ultimo aggiornamento.

ulteriori conferme con chiusure sopra le proiezioni del vecchio Canale che ora fa da Resistenza di breve, e sopra i 21700-750 già menzionati nel commento del 18Dic e ultimo Swing High


22Dic: per gli irriducibili incollati ai monitor fino alla Vigilia. Quando Heikin Ashi da segno di inversione ( HAdoji seguita da candela HA di colore opposto al Trend in corso) il Long va assecondato , con Stop sotto il minimo della Doji HA. Gli obiettivi della estensione di Fibo sono a 22200 ( 161,8%) e poi area 23mila bassa (261,8%) ... naturalmente per l'inizio del prossimo anno

avremo a conferma anche dai Settoriali che  PERO' dovranno confermare queste "ipotesi di Pattern in formazione"


18Dic Chiusura scadenza contratto2015 nella giornata delle "4 streghe" in cui si rollano i contratti di fine 2015 per passare a quelli del prossimo anno faccio solo un rapido aggiornamento relativa alla proiezioni del vecchio canale ribassiata che abbiamo seguito a Novembre e che, anche oggi, il Mkt ha dimostrato di riconoscere rimanendoci ingabbiato dentro. I sui confini sono sempre stati catalizzatori dei Prezzi

mancano ormai solo poche giornate alla chiusura dell'anno che lascia davvero uno scampolo di sedute ai gestori che vogliano fare un decoroso window dressing. La maggior parte - ancorata per contratto a strategie "Long Only" - dopo un avvio spumeggiante, ha vissuto una seconda parte dell'anno da incubo che ha eroso la metà ( per essere ottimisti) dei rendimenti accumulati fino a Maggio, con la crisi Greca e poi Cinese durante l'Estate, il crollo delle Commodities, rendimenti Obbligazionari praticamente nulli.... non c'è un solo asset che offra rendimenti positivi.

Se vorranno recuperare qualcosa sull'azionario hanno davvero poche ore a disposizione.

L'impostazione, nonostante il prepotente rimbalzo della prima parte di settimana, resta ribassista con la possibilità di vedere un recupero dei corsi demandata alla tenuta della chiusura odierna e poi allo scavalcamento (chiusure orarie e poi chiusure giornaliere) delle Bande che discriminano i Prezzi. L'avevamo provvidenzialmente già menzionato ieri


17Dic chiusura: come anticipato in prima mattinata, 21700 (PoC e PVP ) si è rivelato un buon livello di Swing per le prossime sessioni: chiusure orarie confermate a fine giornata aprirebbero la strada ad un allungo per le poche sessioni rimaste (per il Medio, il range compreso fra 21700-22500 è ancora racchiuso nella nuvola dell'Ichimoku, per cui il segnale avrebbe scarsa affidabilità per una prospettiva più lunga)

Per chi non lo avesse già fatto, domani si rolla il contratto


17Dic h 9,45 post Yellen: ora siamo alla prova del fuoco= vediamo se è ancora sensibile alle proiezioni del vecchio canal. Se lo sente e corregge sul questo test, il livello di Prezzo (area 21700) diventa un Swing interessante a fini operativi di breve


16 Dic pre Yellen "... per ora accontentiamoci del pullback ... sulla proiezione del vecchio canale che ora funge da spartiacque fra i 2 estremi".

Se qualcuno avesse dubitato della attendibilità di quello studio che abbiamo disegnato la prima volta tra fine Ott e inizio Nov ( vedi precedente post del 18Ott),... diciamo che il Mkt oggi ha mostrato di averne ancora memoria.

Sul medio periodo, dopo le reazioni alla retorica della Yellen (tra circa 1h ), per una conferma del Long è saggio attendere una chiusura giornaliera dei Prezzi oltre il canale. Ce lo suggerisce la Kumo dell'Ichimoku, il Picco di Volumi sul Prezzo e il Composit Momentum

Sul Settimanale siamo tornati nella parte superiore della Forchetta disegnata negli ultimi aggiornamenti, e - se si mantiene così- promettente la candela che si sta disegnando


15Dic  che sia un mercato percorso da scosse elettriche è evidente dalle percentuali di chiusura, al -2,2% di ieri con un doppio minimo a 20500 (in eccesso perchè mi aspettavo alla peggio un 20750), oggi rispondiamo con un +3% ( +4% settore Energy e +4,85% il Bancario). Quale delle 2 sia la tendenza giusta lo sapremo solo alla fine della settimana in corso. Domani sera la Yellen per l'atteso rialzo dei tassi USA (alle 20,30 lo speech da cui capire se sia episodico e ancora dipendente dai dati macro attesi o strutturale anche per i prossimi appuntamenti) e Venerdi il rollover dei contratti Future. E' facile prevedere volatilità governabile solo con operazioni di brevissimo o con una accorta politica di money mng ( size ridotte e stop di protezione in canna). Se profittevoli le posizioni si possono poi incrementare e gestire in Trailig come accadde lo scorso anno proprio nella stessa data. Nel 2014 il 16Dic partì da 17800 il movimento che ci ha portato in Primavera 2015 a 24mila.

Per adesso accontentiamoci del pullback, che ha fugato i timori diffusi ieri, sulla proiezione del vecchio canale che ora funge da spartiacque fra i 2 estremi

13Dic settimanale: chiusura di settimana in corrispondenza di un livello di equilibrio di Volumi e test della Mediana della Forchetta di Andrews


11Dic commento lungo brutta chiusura settimanale (-4,57%) con il supporto dinamico della proiezione vecchio canale  che cede in accelerazione ribassista proprio in chiusura di settimana, quando invece avrei scommesso sulla sua tenuta soprattutto in considerazione del fatto che eravamo sul livello di Prezzo corrispondente alla chiusura Gap di inizio Ottobre.

nessun Settore ha aiutato il tentativo di tenuta con i bancari evidentemente sotto pressione per le vicende delle obbligazioni subordinate e il petrolio che in settimana perde un altro 4%. Dai grafici però comincia ad emergere qualche indizio della visione che sto maturando:entambe i valori sono fuori banda= quando la banda opposta darà il primo cenno di ripiegare possiamo aspettarci un movimento mean reversion.( vale la pena dare una rinfrescata al tutorial sulle indicazioni operative delle  Bande  di Bollinger )

La discesa allora è finita? ci possono essere ancora 250punti circa di ribasso, fino all'estensione 161,8% indicata nel grafico PERO' abbiamo chiuso con l'eccesso di venerdì il gap lasciato aperto sul giornaliero dal fine Sett, e mi aspetto che senta questo livello

Inoltre siamo sul 50% di Fibo di tutto il movimento partito il 16Dic2014, e questo è un altro livello che mi aspetto che venga sentito

In conclusione SE rimbalzo e rally di Natale deve esserci è da questi livelli che dovrebbe partire, il segnale sarà con i Prezzi stabilmente ( chiusura oraria e chiusura giornaliera) sopra 21050, cioè sopra il POC e il Picco di Volumi di Venerdì



8Dic: aggiornamento grafico tf 4h il vecchio canale alto e la ellisse che segnalava un possibile livello di entrata Long ha retto per un paio di gg regalando non più di 200punti, ma il successivo livello indicato ( 21100 in chiusura) ha avuto vita veramente effimera, col risultato che -dopo le semifestività- apriamo col test basso del canale. Questa è una sorta di ultimo trampolino (seconda ellisse) per  poter assistere ad un rimbalzo/rally Natalizio, ma fino a quando i Prezzi chiudono sotto il Canale non scatta alcun segnale. Il 9 però si torna a regime e la chiusura dovrebbe essere più indicativa dei movimenti di inizio settimana.


4 Dic chiusura settimanale: il colpo di ieri ancora non è stato assorbito (terminiamo la settimana in prossimità della bassa chiusura di ieri) e l'indice non è riuscito a produrre una reazione degna di nota zavorrato dal Settore Energy che ha perso un altro -1,4%, mentre il bancario ha provato a tirare su la testa +0,56%.

Però un timido segnale l'Indice lo ha dato: ricordate il vecchio canale lateral ribassista ( tf 4h) che abbiamo seguito tra fine Ott e inizio Nov?

se una reazione deve esserci deve tenere il livello 21900 che rappresenta il test della proiezione di quel vecchio canale, e poi superare i 22100 che durante la giornata odierna è stato per 3 volte venduto.

I dati sull'occupazione Usa sono stati molto buoni (e non deve essere stata una sorpresa per i vertici di certe istituzioni finanziarie), questo FORSE ha consentito ieri a Draghi di non sparare tutte le cartucce a disposizione e permetterà alla Yellen (accompagnato da una retorica dovish ) di cominciare prudentemente ad alzare senza traumatizzare i Mkt

3Dic: "... tutto rimandato alla prossima settimana quando -giovedì- parlerà Draghi".Ed il giorno è arrivato e passerà alla memoria come il giorno della clamorosa topica del FT sui depositi ( "ECB leaves rates unchanged in surprising decision" ), ma la sorpresa più grossa arriverà dopo un paio d'ore quando il Mkt reagirà davvero male alle parole di Draghi:quasi 1000 punti di storno dal triplo Top raggiunto iin mattinata.

e quel Top è stato raggiunto in prossimità del livello di equilibrio (" area 23mila") che avevo indicato nell'analisi grafica volumetrica a 2gg dello scorso fine settimana che trovate qui aggiornata. Lasciamolo sfogare e digerire le implicazioni delle misure che hanno deluso il Mkt. Mai i minimi che si andranno a formare saranno una opportunità di acquisto per il breve, in attesa ora delle contromosse della Jellen a metà Dic. Le successive vacanze natalizie saranno una occasione per resettare le strategie di Medio, e la pausa lunga del Week End meneghino ( S. Ambrogio) aiuterà a far sbollentare la delusione.

Ottimo il lavoro svolto dal HiLo Channel sul grafo giornaliero


29Nov : aggiornamento dell'analisi grafica volumetrica sul 2gg: 2 picchi di Volume tra 22200 e 23200 con un livello di equilibro a 23mila ( sopra 22600 il primo obiettivo è 23mila). Al ribasso il primo segnale da monitorare sarebbe il rientro nella Flag correttiva di breve


27Nov: " ... Long solo con prezzi stabilmente sopra 22600.." Sarà un caso ma la settimana si chiude con una candela giornaliera di indecisione (piccolo body e upper shadow) proprio sul livello più volte citato: tutto rimandato alla prossima settimana quando -Giovedì- parlerà Draghi.


25Nov: i commenti in questo periodo sono più rarefatti rispetto alle abituali consuetudini, non per pigrizia o impegni estranei ma -è evidente dai corsi dell'Indice- il Mkt sta congestionando nuovamente senza dare segnali direzionali di Medio periodo. Riassumendo lo stato dell'arte vi propongo un aggiornamento grafico daily con 2 semplici strumenti: SuperTrend stretto e nuvola dell'Ichimoku, il primo fa da resistenza e la seconda da supporto. La direzionalità scaturirà solo dalla definitiva rottura di uno dei 2 livelli (chiusura oraria e poi chiusura giornaliera), finchè rimaniamo all'interno ... "Trade Diem"


domani 26Nov  USA chiusi e il 27 a mezzo servizio, poi il 3Dic e il 16 Dic ci sarà Draghi e la Yellen sui tassi

22Nov: a livello giornaliero i livelli di riferimento ripetutamente citati non cambiano: Long solo con prezzi definitivamente sopra 22600 (Il SuperTrend conferma). Nel brevissimo siamo sempre all'interno del ns canale tf4h che ha lavorato bene anche nel pom di Venerdì, dopo lo scrollone della mattina è seguito un rimbalzo temporaneo che si è fermato esattamente sulla TL dinamica ribassista.



20Nov h10,15: l'analisi grafica (Canale ribassista di breve) che stiamo seguendo da diverso tempo ormai ( è sempre la stessa, solo aggiornata ) ha avuto la forza di resistere alle parole di Draghi di questa mattina. Dopo il 17Nov,testato nuovamente ieri, il lato superiore  ha ribadito la sua valenza. Il rimbalzo seguito alla quasi chiusura del gap è durato 3 giornate e si è infranto contro quella barriera. Ecco perchè parlavo di quota 22600 per confermare le velleità rialziste.

Oggi giornata anche di scadenze, quindi oltre alle reazioni alle parole di Draghi in mattinata ci sono da mettere in conto anche gli aggiustamenti relativi alle scadenze tecniche. Nel brevissimo direi che la partita si gioca sull'esito test del canale basso e sui movimenti del pomeriggio. Se il Canale basso non regge i possibili prossimi livelli obiettivo da monitorare sono quelli di Fibonacci : 50% (doppio minimo di breve) e poi il 61,8%, livelli già evidenziati, ma dall'apertura di stamane sono ben lontani al momento. Ci aggiorniamo nel Week End


17Nov: riprendiamo da dove ci siamo lasciati "... metto in conto ancora negatività fino alla chiusura del gap o il 61,8% di ritraccio, e poi un rimbalzo .... livelli da monitorare: Long sopra 22mila..."

Gli è bastata la chiusura del gap (a pochi tick di distanza)  con la Kumo settimanale che ha fatto egregiamente il suo lavoro di Supporto (vedi precedente commento), e poi si è materializzato il rimbalzo che ipotizzavo. Siamo rientrati nel vecchio canale lateral ribassista e chiudiamo proprio in prossimità del lato Superiore a fare da Resistenza. Confermo i livelli già citati nello scorso post. Ulteriori velleità rialziste di Medio sopra area 22600 prima e poi sopra 23mila.


Ultimo aggiornamento Lunedì 11 Gennaio 2016 08:45
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 2 di 30