|
  

Online grazie a...

Onde di ELLIOTT

Stampa E-mail

Ralph Nelson Elliott (1871-1948) può essere considerato ancora oggi il principale successore di Charles Dow ed il primo a sitematizzare con una serie di principi e regole fisse ("the Wave Principle") la teoria di Dow sui movimenti Direzionali (Trend) dei Valori degli strumenti finanziari.

E' banale ma non scontato precisare che sarebbe un proposito impossibile sintetizzare in poche righe la complessità della sua teoria, apprezzata da molti (ma non da tutti) e conosciuta nei suoi dettagli veramente da pochi esperti.

In questa sede ci riproponiamo il compito di fare solo brevi cenni alla teoria delle Onde con il solo scopo di orientare i lettori allorquando nei post se ne faccesse riferimento. Rimandando ovviamente a testi ben più autorevoli e dettagliati l'approfondimento dei suoi principi.

Secondo Elliott (che è giunto a sviluppare la sua teoria negli anni'30, dopo aver studiato 75 anni di serie storiche dei Valori e andamenti degli strumenti finanziari, per sua stessa ammissione dichiarò di essere arrivato a sviluppare completamente la sua teoria " in onda 5 della vita") i Movimenti Direzionali (Trend sia Rialzisti che Ribassisti) si sviluppano articolandosi in 5 Onde IMPULSIVE ( 3 nella direzione del Trend Primario e 2 correttive) e successivamente 3 Onde CORRETTIVE ( di cui 2 nella direzione della Correzione). Questa è la rappresentazione grafica delle Onde.

Ogni Onda si compone al suo interno con movimenti minori paragonabili nella struttura alle classiche 5+3 Onde della Teoria. Onde Impulsive 1 3 5 saranno composte di 5 Onde di grado inferiore. Onde 2 e 4 saranno strutturate secondo lo schema a b c della fase Correttiva.

La successione delle Onde sia in magnitudine che in durata è governata dai numeri di Fibonacci ( e questo ne complica la progettazione per i meno esperti), a questo si aggiunga la presenza di una moltitudine di "regole" ed "eccezioni" (cui faremo in questa sede solo un rapido e inevitabilmente approssimativo riepilogo), per concludere... non è sempre facile identificare per tempo (cioè quando il movimento si sta costruendo) il punto di partenza dello Studio. Ecco motivata la avversione di una parte dei Trader ad adottare questa tecnica (pur riconoscendone-ma a posteriori- la bontà) a fini operativi. Advanced GET è un software che aiuta a calcolare le Onde posizionandone i punti di partenza e le relative possibili proiezioni.

REGOLE per il corretto conteggio delle Onde:

  1. Onda2 non può scendere al di sotto del livello di Prezzo di Onda1
  2. Onda3 deve essere più lunga di Onda2
  3. Il Prezzo Minimo di Onda4 di solito non scende in coincidenza del Massimo di Onda1 (tranne nella eccezione ammessa dell'Overlap: triangolo diagonale ribassista) e non deve MAI ritracciare la magnitudine di Onda3
  4. Onda3, comparata ad Onda1 e Onda5, non deve MAI essere il più breve
  5. Generalmente Onda5 è uguale a Onda1( tranne il caso in cui "fallisca" e manchi di superare Onda4)

a corollario delle suddette regole

  1. una, e solo una, delle Onde Impulsive ( Onda1 opp 3 o 5, ma più frequentamente Onda3) POSSONO contenere una "estensione", cioè una "sottonda" impulsiva composta di ulteriori 5 Onde, che ne allungano l'estensione. Ad es: Onda3 Impulsiva potrebbe essere composta al suo interno di sottOnda1,sottOnda2, sottOnda3 (composta di ulteriori 5Onde), sottOnda4 e infine sottOnda5.
  2. Può accadere che Onda5 non riesca a superare il Valore Massimo di Onda3 ("truncated fifth"). Si configurerebbe così il classico caso di doppio Massimo o doppio Minimo allineati (oppure il classico Uncino di Ross). L'importante è che il fallimento di Onda5 ritracci almeno il 38,2% (Fibonacci) di Onda4

Anche le correzioni non sono indenni da eccezioni e sono piuttosto "insidiose". Si possono articolare i 3 Categorie : ZigZag - Flat - Triangoli

  1. Onde ABC sono le più frequenti (oltre il 50% dei casi)
  2. 5 Onde ABCDE sono possibili (nell'ordine del 20% dei casi)
  3. Correzioni composte da ABC raccordate attraverso una X ad un ulteriore impulso ABCDE sono rare (meno del 10%dei casi)

 

    mi fermo qui con le Regole e le Eccezioni e lascio ai più appassionati il compito di lanciarsi nello studio approfondito delle Onde di Elliott. Buon lavoro
© RIPRODUZIONE RISERVATA - Gli articoli di SpazioTrader.it sono Copyright dei rispettivi autori
Questo articolo ti è stato utile? Considera di fare una piccola donazione per aiutarci a mantenere attivo il servizio!
Nota Importante: Questo articolo riflette l'opinione personale dell'autore e in nessun caso costituisce sollecitazione all'investimento. L'investitore che decidesse di seguirne le indicazioni, lo fa per libera scelta e a proprio rischio. L'autore del messaggio potrebbe essere in conflitto di interesse in quanto potrebbe essere possessore dei titoli eventualmente evidenziati nel messaggio stesso. Gli spunti proposti sono generalmente basati su un modello tecnico-grafico analizzato secondo le personali convinzioni dell'autore, e non possono in alcun modo sostituire il libero ed informato giudizio dell'investitore, che agisce a proprio rischio e pericolo.
Ultimo aggiornamento Giovedì 27 Novembre 2014 23:18