|
  

Online grazie a...

i migliori Amici e i peggiori Nemici del Trader

Stampa E-mail

I migliori Amici: Conoscenza degli strumenti di Analisi, Metodo, Disciplina

I peggiori Nemici: Smemoratezza, Ansia, Compulsività

Specializzatevi in una o due tecniche di Analisi grafica, cercate le convergenze tra i due approcci, verificatene costantemente la bontà dei segnali.

Metodo : adottate un vostro metodo, cioè un complesso organico di Regole, procedure e criteri Operativi ( Trend Follower o Anticipatore- tradare i Break out opp i Pattern di Prezzo - regole di Money mng – adozione di protezioni o coperture-…) da seguire pedissequamente . Avrete così il vantaggio di identificare le routine che non funzionano , correggerle o eliminarle.

Disciplina : specializzatevi ed attenetevi ad un Metodo che avete sperimentato e funzionante. Non cambiate le vostre routine in continuazione ( mercati - strumenti - strategie operative – Money mng- obiettivi di profit o Stop Loss – Indicatori – tecniche di Analisi). Finirete per non essere specializzati in nulla e non sapere mai perché avete sbagliato, e allora sarà facile attribuire gli insuccessi al Mkt manipolato.

 La Disciplina non evita di incorrere nell’errore. Evita che la somma degli errori esaurisca il capitale Operativo

Smemoratezza : "la Storia si ripete e non coglie mai di sorpresa chi la conosce . Crolli, Euforie, Truffe , Inganni si ripetono ciclicamente e stanno lì proprio a cogliere di sorpresa che non fa memoria delle esperienze passate ." “ Gli ingredienti importanti per fare Trading con facilità sono : una buona dose di ignoranza del passato e una grande fiducia in sé stessi .Il tutto possibilmente condito con una abbondante dose di ottimismo “  S. Fanton

Fate tesoro delle esperienze di Trading passate. Memorizzatele (anche in un diario di Trading) e attingete da quel bacino di ricordi per non ricadere negli stessi errori.

Ansia : la condizione emotiva nella quale ci troviamo quando percepiamo la possibilità di essere interessati da un evento che non possiamo controllare. Non è realmente importante che sia un evento favorevole o avverso, il problema è che non lo conosciamo e non sappiamo cosa ci aspetta. Se non so esattamente perché ho comperato ( Strategia operativa ) , e non ho chiari obiettivi misurabili … non so esattamente neppure dove ho sbagliato !

“ Sto guadagnando: esco,… ma se poi continua a salire?”

“Sto perdendo, che faccio ? E se poi  il Mkt riparte ? “            = è sintomo del fatto che sono in posizione senza una Strategia !!

Ansia e Stress: Lo Stop Loss come protocollo operativo è un validissimo antidoto contro lo Stress da incertezza.
Se, prima di entrare in posizione,

  • identifico dove il Mercato mette lo Stop Loss (punti di controllo),
  • Entro in posizione solo se la figura di AT mi permette di avere uno Stop “conveniente” ( rapporto Rischio/Rendimento favorevole)
  • Setto in piattaforma lo Stop Loss contestualmente all’ordine di acquisto

….. so sempre quanto potrebbe essere la mia massima perdita.

Questo NON evita le perdite, ma almeno le tiene sotto controllo. Se la somma delle mie perdite superano la somma dei profitti : sbaglio costantemente  qualcosa nell’Analisi, nella Strategia, o nel Money Management => torno a studiare e a fare PaperTrading per capire dove sia l’errore.

Compulsività: diventare "dipendenti", "assuefatti" al Trading non giova mai alla equity line. Le opportunità che non avete visto o colto in una giornata, una settimana di Trading non si presenteranno magicamente domani, la settimana o il mese prossimo. Semplicemente siete ancora troppo poco sensibili ai segnali del Mercato, e stare davanti al monitor 10 ore non vi aiuterà a vedere ciò che vi è già passato davanti agli occhi e non avete osservato.

Si può Tradare per vivere, ma MAI vivere per tradare

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Gli articoli di SpazioTrader.it sono Copyright dei rispettivi autori
Questo articolo ti è stato utile? Considera di fare una piccola donazione per aiutarci a mantenere attivo il servizio!
Nota Importante: Questo articolo riflette l'opinione personale dell'autore e in nessun caso costituisce sollecitazione all'investimento. L'investitore che decidesse di seguirne le indicazioni, lo fa per libera scelta e a proprio rischio. L'autore del messaggio potrebbe essere in conflitto di interesse in quanto potrebbe essere possessore dei titoli eventualmente evidenziati nel messaggio stesso. Gli spunti proposti sono generalmente basati su un modello tecnico-grafico analizzato secondo le personali convinzioni dell'autore, e non possono in alcun modo sostituire il libero ed informato giudizio dell'investitore, che agisce a proprio rischio e pericolo.
Ultimo aggiornamento Giovedì 26 Settembre 2013 01:19